Dagli Stati Uniti è in arrivo la nuova patatina fritta Ogm

Negli USA da poco è stata approvata una varietà di patatina fritta OGM a basso contenuto di acrilamide, per alleviare i rischi e le preoccupazioni di chi ne mangia troppe

chiudi

Caricamento Player...

Le patatine fritte fanno male non solo per la linea, ma anche dal punto di vista della salute, poichè cancergene. Per questi motivi e molti altri, lo U.S. Department of Agricolture  ha detto sì alla patatina fritta OGM.

La patatina fritta OMG sviluppa una quantità  minore di acrilammide quando viene cotta ad alte temperature, e quindi potrebbe fare diminuire il rischio di cancro cui la sostanza è da anni associata.

Si parla perciò  di una patata geneticamente modificata in modo da contenere una minore quantità di una sostanza potenzialmente pericolosa. Il nuovo tubero, inoltre, si annerisce con maggiore difficoltà, venendo incontro alle stesse richieste dei coltivatori, abbassando le probabilità che venga danneggiato durante il raccolto, il trasporto o la conservazione.

L’approvazione implica che la nuova patatina fritta OGM non è un pericolo per le altre coltivazioni, mentre quella dell’Fda certificherà la sicurezza per i consumatori.

Il progetto, guidato dalla Jr Simplot Company, fornitrice di McDonald’s, prevede l’immissione in commercio di piccole partite già dalla prossima estate.

Quale sarà l’accoglienza della patatina fritta OGM da parte dei consumatori?