Daisy Osakue sarà agli Europei di Atletica 2018. Il via libera è arrivato dopo la visita di controllo: i medicinali non sono sostante dopanti.

TORINO – Sospiro di sollievo per Daisy Osakue. L’azzurra – colpita da un uovo nella notte tra il 29 e il 30 lugliopotrà partecipare ai prossimi Europei di atletica in programma a Berlino. Il via libera definitivo è arrivato oggi, 3 agosto, dopo la visita dal controllo.

I medici hanno dato l’ok alla campionessa Under 23 del lancio del disco che sarà in pedana il prossimo 9 agosto alle 9:30. I farmaci che la torinese sta assumendo in questi giorni per recuperare al meglio dal problema all’occhio non sono considerati come doping, quindi non ci saranno problemi. Nei prossimi giorni Daisy volerà in Germania per cercare di conquistare una medaglia che potrebbe essere il giusto premio dopo il brutto periodo trascorso nelle ultime settimane.

Aggressione a Daisy Osakue, uno dei fermati: “Vorrei chiedere scusa”

L’edizione cartacea de La Stampa ha intervistato uno degli aggressori di Daisy Osakue: “Non sapevamo cosa fare – ha dichiarato Federico De Pascalie abbiamo deciso di lanciare le uova. Non si tratta di razzismo e l’unica cosa che vorrei fare ora è chiedere scusa alla ragazza“.

Ci siamo resi conto – ha continuato – solamente dopo di quello che abbiamo fatto. Abbiamo sentito la notizia mentre eravamo sul treno. Altre volte avevamo lanciato le uova per sporcare i vestiti ma non era mai successo nulla. Non ho avuto il tempo di parlarne con mio padre: sono ritornato dal mare mercoledì e il giorno dopo sono arrivati i carabinieri. Non volevamo farle del male ma se solo avessi capito di averla ferita mi sarei fermato a soccorrerla. Siamo stati dei cretini, vorrei chiederle scusa e sarei molto dispiaciuto se non gareggerà a Berlino“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Daisy Osakue europei atletica 2018 lancio del disco torino

ultimo aggiornamento: 03-08-2018


Daisy Osakue, tra gli aggressori il figlio di un membro del Pd

Europei Nuoto 2018, Cusinato d’argento nei 400 misti. Seconda la staffetta 4×100 uomini