Dall’ambiente a rilancio sistema produttivo, Economia circolare

In convegno PD, il punto su uno dei prossimi pilastri Ue.

Ragionare assieme alle imprese, alle associazioni e agli amministratori locali sulle dinamiche legate all’economia circolare, che possono trasformarsi in un pilastro di crescita strategico per l’Unione europea e in particolar modo per l’Italia, paese povero di materie prime ma ricco di eccellenze in questo ambito. Questo l’obiettivo del convegno promosso dai gruppi PD di Camera e Senato, dal titolo “Economia Circolare: facciamo il punto. Anzi il cerchio”. L’Europa è agli ultimi chilometri di questo work in progress, e il peso dell’Italia nelle decisioni che sta per prendere l’Unione europea si fa sentire. Come conferma Simona Bonafè, europarlamentare e relatrice della proposta Economia Circolare al Parlamento europeo:

Abbiamo tanti casi nel nostro paese di economia circolare già attivi, vanno solo sostenuti con un quadro normativo stabile e possibilmente con una serie di strumenti finanziari, perchè è importante oggi mettere a disposizione di chi vuol fare economia circolare una leva fiscale, non solo in questa fase di start up ma perchè sviluppo dell’economia circolare è sviluppo del mercato delle materie prime e secondarie e oggi con il calo dei prezzi del petrolio ci sono alcune materie, penso alla plastica, che hanno più difficoltà di altre”.

Fonte: askanews