Dani Pedrosa in pista con la KTM nel GP di Stiria. Lo spagnolo: “L’obiettivo è testare i dettagli della moto in gara”.

SPIELBERG (AUSTRIA) – Dani Pedrosa protagonista con la KTM nel GP di Stiria. Un po’ a sorpresa lo spagnolo ha accettato la proposta di scendere in pista come wild card nel weekend di casa della scuderia austriaca a distanza ormai di tre anni dal suo ritiro.

Occasione importante sia per il pilota spagnolo di poter riprovare sensazioni che fino a questo momento sono mancate, ma anche per il team di testare la moto in gara. Appeso il casco al chiodo, Pedrosa non ha mai lasciato realmente il circus e si è dedicato a sviluppare la KTM. Ora per lui grande chance di ritornare in pista e chissà se ritornerà anche la voglia di gareggiare.

Dani Pedrosa in pista con la KTM

Un weekend di prova e di test per aiutare lo sviluppo della KTM. Le aspettative dell’iberico, per diversi motivi, sono poche. Tre anni di assenza dalla competizione ufficiale sono molti e per questo motivo difficilmente lo vedremo competere per il podio nonostante una moto che ha dimostrato di essere molto forte.

Pedrosa proverà a raccogliere dati importanti per proseguire il lavoro iniziato nelle scorse settimane. L’obiettivo resta quello di dare a Binder e Oliveira una moto in grado di lottare per il podio in ogni gara.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

MotoGP
MotoGP

Pedrosa: “E’ un test per capire meglio le nuove tecnologie”

Molto contento Dani Pedrosa dopo la decisione della KTM. “E’ stato molto interessante far parte di questo progetto […] – ha detto lo spagnolo riportato da La Gazzetta dello Sport è passato molto tempo dal mio ultimo Gran Premio e questo è un test ben diverso. L’obiettivo è provare a testare i dettagli della moto in una situazione di gara […]. E’ un test che serve per capire meglio le nuove tecnologie e il loro impiego in situazione di corsa reale“.


Green pass, Plf e moduli: i viaggi all’estero sono una vera e propria impresa. Le regole in Ue

Gli effetti del Covid sugli aeroporti: nel 2020 perdita da oltre 1 miliardo