I dati di Confcommercio sui consumi in Italia confermano un crollo. Sangalli: “A rischio la ripresa”.

ROMA – I dati di Confcommercio sui consumi in Italia sono negativi. L’analisi dell’Ufficio Studi della Confederazione è stata commentata dal presidente Carlo Sangalli che ha parlato di “livelli più bassi degli ultimi 25 anni. Siamo preoccupati dalla crescita delle spese obbligate delle famiglie, che erodono quasi il 44% del totale“.

“A rischio la ripresa”

Un rapporto che lancia un nuovo allarme sulla situazione economica italiana, peggiorata dall’emergenza coronavirus: “Se non si interviene con decisione tagliando le tasse – ha precisato Sangalli riportato da Sky Tg24perderemo definitivamente la possibilità di agganciare la ripresa economica“.

Numeri che non si registrano dal 2007: “Per la prima volta nel nostro Paese si spende più per gli alimenti che per i servizi“.

Dati negativi che confermano una situazione non semplice in Italia. Da Confcommercio l’invito al Governo di trovare soluzioni immediate per aiutare la crescita del Paese e il rilancio dopo una pandemia che ha messo in ginocchio l’economia italiana.

Confcommercio
fonte foto https://www.facebook.com/confcommercio/

Il rapporto di Confcommercio

L’acquisto maggiore di alimenti che di servizi sembra essere strettamente legato al lockdown. Secondo quanto precisato da Confcommercio, all’interno della voce abitazione si evidenzia una spesa pari a 4mila euro pro capite.

Alla voce consumi commercializzabili la componente principale è quella dei beni con una quota sul totale dei consumi che ha registrato un leggero aumento passando dal 38,4% del 2019 al 40,6% dell’anno in corso. Il calo, invece, viene registrato dai servizi che sono passati dal 21% al 15,6% con una frenata che non si registrata dal 1995. 25 anni di crescita interrotti dalla pandemia con la Confcommercio che ha chiesto al Governo di intervenire per cercare di far ripartire l’Italia e non rischiare di mancare l’appuntamento con la ripresa.

Di seguito il video con le dichiarazioni del presidente Sangalli sul rapporto di Confcommercio

Il commento del Presidente Sangalli sulle #speseobbligate

🔵🔵🔵 "L'aumento delle #speseobbligate erodono il 44% dei consumi totali comprimendo sempre più le spese libere. Per la ripresa occorre un deciso taglio delle tasse". #Sangalli su analisi di #USConfcommercio

Pubblicato da Confcommercio su Mercoledì 19 agosto 2020

fonte foto copertina https://www.facebook.com/confcommercio/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
carlo sangalli confcommercio coronavirus economia News

ultimo aggiornamento: 20-08-2020


Regolarizzazione dei lavoratori stranieri, solo il 15 per cento sono braccianti

Decreto Agosto, dal 18/08 stop al blocco totale dei licenziamenti