A gennaio 2021 si registra un nuovo calo per quanto riguarda le immatricolazioni delle auto nuove: i dati della Motorizzazione forniti dal Ministero dei Trasporti.

Il Ministero dei Trasporti ha pubblicato i dati della Motorizzazione per quanto riguarda le immatricolazioni nel mese di gennaio 2021, e il mondo dei motori non può sorridere alla luce della nuova flessione relativa alle vendite.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Immatricolazioni auto, i dati di gennaio

Insomma, il peggio non è ancora alle spalle. Molti speravano che con la fine del 2021 i dati potessero far registrare una costante anche se moderata crescita, invece il clima di incertezza, l’emergenza sanitaria ancora in corso e la crisi economica frenano le vendite delle nuove auto anche all’inizio del nuovo anno.

Secondo i dati della Motorizzazione pubblicati dal Ministero dei Trasporti, le immatricolazioni nel mese di gennaio sono 134.001 per quanto riguarda le autovetture. Si registra quindi un calo del 14% circa rispetto allo stesso anno del 2020. Situazione simile rispetto a quella registrata nel dicembre 2020, con il 14,87% in meno delle immatricolazioni rispetto allo stesso mese del 2019.

Colori auto
Colori auto

Le auto usate

Nel mese di gennaio 2021 calano in maniera considerevole (23,47%) anche i trasferimenti di proprietà delle auto – quindi la vendita di auto usate – rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Una tendenza che testimonia la frenata che interessa tutto il settore, compreso il comparto che in qualche modo aveva ammortizzato meglio gli effetti della crisi.

Stellantis

Arrivano anche i primi dati del mondo Stellantis, con Fca e Psa che hanno immatricolato 52.542 vetture per un calo del 21,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-02-2021


MotoGP, test in Qatar a rischio

Borse 2 febbraio, mercati europei in rialzo. Crollo di GameStop