I dati Inail sul coronavirus, ecco tutti i numeri fino al 15 maggio 2020

Coronavirus, i nuovi dati Inail: oltre 43mila denunce di contagi sul lavoro e 171 di decessi

I dati Inail sul coronavirus: le denunce di contagi sul luogo di lavoro hanno superato quota 43mila.

ROMA – Sono stati aggiornati i dati Inail sul coronavirus. Secondo gli ultimi numeri risalenti al 15 maggio, in Italia sono state oltre 43mila le denunce arrivate per contagi sul lavoro mentre quelle arrivate per infortuni mortali hanno raggiunto quota 171, 42 in più rispetto al monitoraggio precedente.

Un numero che sembra essere destinato a crescere nelle prossime settimane. La riapertura delle attività commerciali aumenta la possibilità di focolai nel luogo di lavoro se non vengono rispettate le misure anti-contagio.

I numeri dell’Inail

I dati comunicati dall’Inail evidenzia come l’età media dei contagi è di 47 anni per entrambi i sessi ma c’è un leggero incremento (59 anni) per quanto riguarda i casi mortali. La maggior parte dei decessi (9 su 10) sono concentrati nelle fasce di età di 50-64 e over 64.

A livello geografico in Lombardia sono stati registrati 34,9% dei casi in totale mentre i decessi hanno raggiunto anche il 44%. Il settore della Sanità e assistenza sociale resta quello con maggiori denunce di decessi (32,3%). I numeri saranno aggiornati nelle prossime settimane ma come detto potrebbero esserci dei piccoli aumenti per la riapertura delle attività commerciali.

Inail
fonte foto https://www.facebook.com/Inailgov/

L’ipotesi ‘scudo penale’

La riapertura delle attività commerciali ha portato anche ad un braccio di ferro tra imprenditori e dipendenti che sembra essere stato risolto da una circolare dell’Inail.

Nel testo l’Istituto ha precisato che in caso di contagio di un lavoratore non c’è nessun rischio di responsabilità per il titolare di azienda che ha rispettato le misure anti-Covid. Una sorta di scudo penale per tutti datori di lavoro più virtuosi che potrebbe consentire anche ai dipendenti di riprendere la propria attività in sicurezza. Su questo argomento c’è un dialogo quotidiano tra Inail e la ministra Catalfo per arrivare ad una conclusione.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Inailgov/

ultimo aggiornamento: 22-05-2020

X