I dati Istat sull'inflazione di ottobre: ecco tutti i numeri

Inflazione, a ottobre i prezzi in negativo. +0,2 per cento per la variazione annua

I dati Istat sull’inflazione di ottobre. I prezzi hanno segnato un -0,1%, cresce la variazione annua (+0,2%) anche se ai minimi da tre anni.

ROMA – I dati Istat sull’inflazione di ottobre segnano un -0,1% su base mensile. Un piccolo rallentamento che frena anche la variazione annua registrata sul +0,2%, ai minimi da tre anni e soprattutto in calo rispetto alla stima preliminare e ai numeri di settembre (+0,3%).

Continua, quindi, il momento difficile dell’economia italiana nonostante l’impegno da parte della Banca Centrale Europea abbia rinnovato il suo impegno a portare tutti i Paesi dell’Eurozona ad aumento dei prezzi al 2% nel medio periodo. Percentuali al momento lontane dai numeri italiani.

Il commento dell’Istat

I dati, resi noti dall’Istat, sono stati commentati dallo stesso Istituto di statistica: “Nel mese di ottobre – si legge nel documento citato da Repubblica – si accentua ulteriormente la flessione tendenziale dei prezzi dei Beni energetici e in particolare di quelli regolamentati che, pur aumentando su base mensile, scontano il confronto con ottobre dello scorso anno quando la crescita congiunturale era stata più che doppia di quella di quest’anno“.

Segnali positivi dall’inflazione di fondo anche se “la crescita non modifica il quadro di generale debolezza della crescita dei prezzi al consumo“.

Istat
Fonte foto: https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

Il calo dovuto ai fattori stagionali

L’Istat ha precisato che la “lieve diminuzione su base congiunturale dell’indice generale è dovuta essenzialmente al calo, dovuto per lo più a fattori stagionali, dei prezzi relativi ai fattori stagionali, dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (-0,7%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (-0,8%)“.

Migliora, invece, il carrello della spesa: “I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,5% su base annua e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto dello 0,4%, registrando in entrambi i casi una crescita debole ma più sostenuta di quella riferita all’intero paniere“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

ultimo aggiornamento: 15-11-2019

X