I dati dell’Istat sui primi tre mesi del 2019: il rapporto deficit-PIL fa registrare un sensibile calo. Aumenta il potere d’acquisto delle famiglie italiane che però spendono meno e risparmiano di più.

Istat, i dati sul rapporto deficit-Pil dei primi tre mesi del 2019 hanno fatto registrare un lieve calo attestandosi al 4,1%. Meno rassicuranti invece i dati sulla pressione fiscale, che ha fatto registrare un sensibile aumento. Cresce anche il potere di acquisto delle famiglie italiane che però mostrano una rinnovata propensione al risparmio.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Istat, i dati sul rapporto deficit-Pil nei primi tre mesi del 2019

L’Istat sottolinea una lieve flessione del rapporto deficit-Pil, ossia dell’incidenza dell’indebitamento sul Prodotto Interno Lordo del Paese. L’Istituto ha comunque voluto specificare come si tratti esclusivamente di un focus stagionale poco indicativo visto che è possibile fare un bilancio solo ragionando su base annua.

Istat
Fonte foto: https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

La pressione fiscale nel primo trimestre del 2019

I dati decisamente più significativi riguardano invece la pressione fiscale sempre per quanto riguarda il primo trimestre del 2019. I numeri dell’Istat parlano di una pressione pari al 38%, frutto di un aumento (lieve) dello 0.3 rispetto al primo trimestre del 20018.

Aumenta il potere d’acquisto delle famiglie italiane, ma gli italiani spendono meno e risparmiano di più

Anche per effetto della politica del governo giallo-verde, il potere di acquisto delle famiglie italiane è aumentato quasi dell’1% rispetto alle precedenti registrazioni. Nonostante questo, per la paura di una possibile recessione e per paura di un possibile aumento dell’Iva, cui si somma il timore della procedura di infrazione, gli italiano spendono di meno e conservano di più, facendo registrare una maggior propensione al risparmio.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-06-2019


Whirlpool, Di Maio risolve il tavolo: nessuna chiusura

L’allarme della Corte dei Conti: preoccupante un taglio drastico delle tasse