Dati Istat, cala il potere di acquisto delle famiglie

Istat, i dati provvisori sul quarto trimestre del 2018: cala il potere di acquisto delle famiglie italiane, il deficit scende al 2,1 per cento del Prodotto interno lordo.

Sono ancora negativi i dati dell’Istat sulla situazione economica italiana. Stando alle cifre diffuse infatti, nel quarto trimestre del 2018 il potere di acquisto delle famiglie si è notevolmente ridotto. Come se non bastasse il deficit italiano nel 2018 si è attestato al 2,1% del Pil. L’Istituto ha voluto precisare che non si tratta dei dati definitivi, che dovrebbero essere diramati il prossimo 9 aprile.

Istat, diminuisce il potere d’acquisto delle famiglie nel quarto trimestre del 2018

Secondo le rilevazioni dell’Istat, nel corso del quarto trimestre del 2018 il potere d’acquisto delle famiglie si è notevolmente ridotto facendo registrare un calo dello 0,5% rispetto al terzo trimestre. Il reddito lordo a disposizione delle famiglie italiane si è ridotto dello 0,2%.

Calcolatrice
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/calcolatore-calcolo-assicurazione-385506/

La buona notizia arriva però dai consumi. Nonostante il calo del potere di acquisto, infatti, i consumi hanno fatto registrare una dinamica espansiva, che corrisponde una minore propensione al risparmio da parte delle famiglie italiane, un dato che potrebbe essere interpretato anche come un forte segnale di fiducia nei confronti del governo.

Deficit italiano al 2,1% del Pil, un leggero miglioramento rispetto al 2017

Una notizia vagamente positiva arriva dal deficit italiano, attestatosi nel 2018 al 2,1% del Prodotto interno lordo. Numeri allarmanti per il governo che non consentono ampi margini di manovra, ma va segnalato il piccolo passo in avanti compiuto rispetto al 2017, quando il deficit era al 2,4 del Pil. I numeri definitivi saranno ufficializzati il prossimo 9 aprile.

ultimo aggiornamento: 04-04-2019

X