David Foster realizza i suoi ritratti con i chiodi, l’arte del puntinismo 2.0

David Foster è un’artista famoso poichè per realizzare le sue opere usa il martello e i chiodi dando vita al puntinismo 2.0.

David Foster è un’artista di 52 anni proviene da studi di Architettura ed ha sviluppato una passione per il puntinismo con una tecnica insolita. I suoi ‘puntini’ non sono tracce di colore ma migliaia di chiodi piantati col martello, perciò dà vita al puntinismo 2.0. Con i suoi strumenti riproduce foto di volti noti, come i Beatles, Marilyn Monroe e una giovane regina Elisabetta con in braccio il principe Andrea, o animali come elefanti, e così via. Quanti chiodi occorrono? Per il ritratto della regina i chiodi sono stati 30mila e 5mila per Marilyn Niente pittura dunque, ma c’è bisogno comunque di tanto olio di gomito e di molta precisione. Grazie alle sue capacità è stato in grado di riprodurre fedelmente dei veri capolavori.