Davide Calabria: “A Napoli non sarà facile. Siamo consapevoli dei nostri mezzi”

Davide Calabria a Radio 105: “Non sarà semplice giocare a Napoli dopo la pausa. Siamo consapevoli dei nostri mezzi”.

chiudi

Caricamento Player...

MILANO – Davide Calabria continua il suo recupero dal problema alla caviglia. Il terzino rossonero ai microfoni di Radio 105 si è soffermato sulla sua esperienza con il Milan: “Il giorno dell’esordio ero molto teso, è stato bellissimo esordire. Ho iniziato a giocare con questa maglia a cinque anni e a dieci ero nelle giovanili. il secondo anno di Primavera ho capito che sarei arrivato in prima squadra“. “Nella mia carriera – continua – ho fatto il mediano, l’esterno di centrocampo, poi sono diventato terzino, preferisco la fascia destra. Mi manca solo l’attacco è ho giocato in tutti i ruoli“.

Davide Calabria: “Non sarà semplice a Napoli dopo la sosta. Noi siamo consapevoli dei propri mezzi”

Davide Calabria parla anche della stagione: “Come i tifosi anche noi ci abbattiamo quando perdiamo, ma siamo consapevoli dei nostri mezzi. A Napoli non sarà un rientro facile dalla pausa per le Nazionali“. Il terzino rossonero parla anche di San Siro: “Quando è pieno è emozionante, un altro stadio che mi piace in Italia è Marassi. L’avversario più forte incontrato? Perotti nel primo anno di Serie A. Io ero piccolo e immaturo“. Calabria svela anche un retroscena: “Fare il calciatore è stato sempre il mio sogno ma se non l’avessi fatto avrei lavorato con mio padre nel bar di famiglia“. Conclusione sullo spareggio Italia-Svezia: “Speriamo in bene, la partita la vivrò da tifoso”.