Cina, riduzione dei dazi sull’import auto e meno limitazioni a investitori stranieri

Dazi auto Cina: il presidente Xi, intervenuto al Forum di Boao, ha mandato ulteriori segnali di apertura della Cina verso il mercato internazionale replicando – indirettamente – alle accuse di Trump.

Nel corso del Forum di Boao svoltosi sull’isola di Hainan, il presidente della Cina Xi Jinping ha annunciato il varo di una nuova politica economica che preveda limiti meno severi per gli investitori stranieri e un taglio dei dazi sulle importazioni auto in Cina. In tal modo, il governo di Pechino intende allinearsi a quelle che sono i parametri commerciali e finanziari che regolano il mercato internazionale. Questo processo di ‘apertura’ verrà messo in atto mediante quattro punti: apertura del mercato, creazione di un ambiente economico maggiormente attrattivo per gli investitori, reale protezione della proprietà intellettuale e incremento delle importazioni auto in Cina. Si tratta di un passo importante, dal momento che la Cina occupa un posto di sempre maggiore rilievo nel contesto del mercato internazionale delle automotive, infatti sempre più spesso i costruttori stranieri scelgono il paese della Grande Muraglia per il lancio di nuovi modelli (come la nuova Volkswagen Touareg presentata a Pechino).

Una replica all’attacco di Trump

Pur non avendolo menzionato direttamente nel suo lungo intervento, molto probabilmente il presidente Xi ha voluto in qualche misura replicare al tweet del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump che, con la solita diplomazia, aveva sottolineato la differenza tra i dazi imposti dagli USA e quelli imposti dalla Cina: “Quando un’auto viene venduta negli Stati Uniti dalla Cina, c’è da pagare una tassa del 2.5 %. Quando un’auto viene venduta in Cina dagli Stati Uniti, c’è da pagare una tassa del 25 %. Non mi pare questo sia libero o equo commercio. Mi sembra un commercio STUPIDO – che va avanti da anni”. 

Dazi Auto Cina
Fonte imamgine: https://www.flickr.com/photos/juliagillard/8661063361

Come detto, nessuna menzione o replica diretta. Xi ha sottolineato e ribadito come la posizione della Cina sia di apertura verso i mercati internazionali e che la porta non verrà chiusa ma, anzi, sarà aperta ancora di più. Per tanto, è in arrivo una riduzione dei dazi auto in Cina e, in generale, il mercato auto cinese sarà reso più per gli investitori stranieri. “Prenderemo iniziative per ampliare l’importazione di prodotti competitivi e di cui il popolo cinese ha bisogno” ha dichiarato Xi Jinping.

La denuncia alla WTO per i dazi imposti da Trump

La battaglia commerciale USA – Cina non si sviluppa soltanto sul tavolo dell’import – export del settore automobilistico ma anche su di un più vasto fronte, aperto dai dazi imposti dal governo Trump su acciaio ed alluminio. Il governo di Pechino ha inoltrato una denuncia commerciale alla WTO (World Trade Organization) la quale ha fatto sapere che la Cina ha chiesto un periodo di cosultazione di 60 giorni con gli Stati Uniti per dirimere la questione. Se, al termine di tale periodo, non sarà stata trovata una soluzione, verrà interpellato un gruppo di esperti commerciali.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/156637547@N06/40205612134

Fonte imamgine: https://www.flickr.com/photos/juliagillard/8661063361

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-04-2018

Redazione Napoli

X