La Cina, in un libro bianco sul contenzioso commerciale con gli Stati Uniti, ha definitivo negativamente i dazi varati da Washington.

PECHINO – La guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina non accenna a ridimensionare. Anzi, tra Washington e Pechino è escalation.

L’accusa della Cina

Il governo di Pechino ha diffuso un libro bianco sul contenzioso commerciale con gli Stati Uniti: “La guerra commerciale non ha fatto di nuovo grande l’America – usando lo slogan di Donald Trump – ma ha danneggiato l’economia Usa“.

Danni anche agli Stati Uniti

La Cina, inoltre, stigmatizza il fatto che i provvedimenti di Trump hanno danneggiato in particolare l’economia statunitense: “I dazi americani non hanno dato slancio all’economia. Invece, l’hanno seriamente danneggiata. I costi della produzione e i prezzi al consumo sono aumentati, minacciando la crescita dell’economia“.

https://www.youtube.com/watch?v=RgkRQgBF8TI

Dialogo senza cessioni

Poi, Pechino ribadisce l’intenzione di voler riprendere il dialogo ma senza cedere: “La sovranità e la dignità di un Paese devono essere rispettate e qualsiasi accordo raggiunto dalle due parti deve basarsi su uguaglianza e beneficio reciproco. La Cina vuole una soluzione attraverso il dialogo, ma non accetterà compromessi sui principi primari“.
La rottura dei colloqui, secondo Pechino, è da “addebitare solo e interamente agli Usa“.

La sicurezza di Pechino

Qualsiasi cosa il futuro possa portare, la Cina è fiduciosa di poter affrontare le sfide, trasformando rischi in opportunità e aprendo nuovi capitoli. La Cina resta impegnata alla sua causa e non importa quanto l’ambiente esterno possa cambiare: c’è spazio sufficiente per manovre fiscali e monetarie“. Così, in conclusione, in libro sui dazi.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cina Dazi economia pechino Stati Uniti TRUMP

ultimo aggiornamento: 02-06-2019


Giallo al Mef, Tria sporge denuncia per la divulgazione di atti secretati. Indaga la Procura

Germania, Andrea Nahles si dimette da leader della Spd