Daniele De Rossi nello staff di Roberto Mancini. Una collaborazione che durerà fino ai prossimi Europei.

ROMA – Daniele De Rossi nello staff di Roberto Mancini fino ai prossimi Europei. L’ex centrocampista della Roma, che da poco ha iniziato il percorso per diventare allenatore, ha accettato la proposta della Figc di aiutare il c.t. azzurro in questi mesi molto intensi.

Al termine di questa esperienza le parti si vedranno per capire se ci sono le possibilità di continuare insieme. Difficile, al momento, ipotizzare un rapporto più lungo anche per le intenzioni da parte dell’ex capitano della Roma di intraprendere la carriera di allenatore.

Daniele De Rossi: “Sono molto contento di questa nuova esperienza”

Molto soddisfatto Daniele De Rossi dopo questo accordo: “Sono orgoglioso di iniziare questa nuova carriera con la Nazionale […]. Sarà emozionante tornare a Coverciano, che per me vuol dire tornare a casa e ritrovare tanti ex compagni e tanti amici […]. Inizierò con entusiasmo, sapendo che sono solo all’inizio ed ho ancora tanto da imparare, ma spero di poter dare una mano alla squadra“.

Daniele De Rossi
Daniele De Rossi

Mancini: “La sua esperienza ci servirà”

L’ingresso di De Rossi è stato voluto anche da Roberto Mancini: “Mi fa piacere che Daniele si aggiunga al nostro gruppo. Sono certo che saprà dare ai ragazzi un contributo importante e spero che questa sua prima esperienza possa essergli utile per il futuro“.

Sono certo che la sua storia, la sua esperienza, il suo legame indissolubile con la maglia Azzurra possano diventare un valore aggiunto per una squadra che ha già dimostrato di poter ambire a risultati prestigiosi – ha aggiunto Gravina il Ct saprà come valorizzare le sue capacità all’interno del gruppo e dello staff. Questa nuova esperienza potrà inoltre garantire a Daniele una crescita ulteriore nel percorso di formazione tecnica“.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 18-03-2021


Serie A, Inter-Sassuolo rinviata per coronavirus

San Siro, Sala: “Finché l’Inter non chiarirà il suo destino le cose devono essere ferme”. Il club: “Dichiarazioni offensive”