Debiti bancari: a chi rivolgersi?

Non hai pagato un debito e il tuo nome è finito nelle cosiddette liste nere? Scopri come è possibile liberarsi dai debiti…

Debiti bancari: il mancato pagamento di un debito può diventare un serio problema in caso di richiesta di mutuo o semplicemente per una carta di credito. Come sappiamo, infatti, esistono delle vere e proprie banche dati online in cui vengono memorizzate tutte le informazioni relativi ai rapporti tra i singoli soggetti e gli istituti di credito e finanziarie.

Banche dati

Si chiamano Sitemi di Informazioni Creditizie, acronimo di Sic, le banche dati che misurano il grado di affidabilità di un determinato soggetto nell’adempiere ai propri debiti. Si tratta di vere e proprie liste nere in cui vengono memorizzati i dati del clienti considerato dei cattivi pagatori. Naturalmente una volta entrati in queste liste nere è possibile anche uscirne. Come? Pagando il debito, anche se il Garante della privacy è intervenuto per richiedere non solo la regolarizzazione degli iscritti, ma anche che si possa entrare rientrare in queste liste solo in caso di mancato pagamento di somme importanti o di rate. Ogni singolo soggetto può presentare alla Sic richiesta di informazioni sul proprio conto o sulla cancellazione del proprio profilo.

Una volta pagato il debito

All’interno di questi sistemi è possibile ritrovare dati positivi relativi al pagamento del debito dei soggetti considerati cattivi pagatori. In questo caso sarà proprio la finanziaria o la banca a richiedere al soggetto l’ok a procedere alla regolarizzazione del profilo. In caso di errori spetta al soggetto contattare i sistemi Sic e richiedere l’adeguamento della posizione. Per chi volesse controllare la propria posizione è possibile farlo sui seguenti siti: www.crif.it, www.ctconline.it e www.experian.it. Importante: è stata introdotta la normativa “salva suicidi” che consente al debitore di richiedere in tribunale la richiesta “saldo e stralcio” del proprio debito. In caso di accettazione da parte del giudice, è possibile ridurre il debito previsto senza richiedere approvazione da parte del soggetto creditore.
certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 08-06-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X