TFR, tutto quello che c’è da sapere: cos’è, quando viene riconosciuto e cosa sono i debiti da tfr

Il TFR o trattamento di fine rapporto è riconosciuto a tutti i lavoratori in caso di cessazione di servizio lavorativo a seconda che si tratti di licenziamento, dimissioni o pensionamento. Per legge, infatti, viene riconosciuto al dipendente un trattamento economico di fine lavoro conosciuto anche con il nome di liquidazione.

Trattamento di fine rapporto

Nello specifico il trattamento di fine rapporto non è altro che una somma di denaro che viene elargita al dipendente nel momento in cui viene a cessare il rapporto di lavoro. Si tratta di un compenso vero e proprio che viene riconosciuto al lavoratore per aiutarlo a superare la fast post licenziamento. Il trattamento di fine rapporto è incluso nel salario lordo del dipendente, ma non può accedervi subito. Trattasi, infatti, di un salario differito che viene messo da parte dal datore di lavoro e di cui unico proprietario è il dipendente. Come si legge dalla legge del 1 giugno 1982, il TFR denominato anche indennità di anzianità oppure liquidazione, indennità di servizio è un compenso economico calcolato in base alla mensilità dell’ultimo mese di lavoro del dipendente moltiplicato per gli anni di servizio.

Debito TFR

Per calcolare il TFR è importante considerare una serie di elementi che vengono suddivisi in positivi e negativi.

Gli elementi positivi sono:

  • trattamento di fine rapporto inerente alle retribuzioni del lavoratore percepite durante l’intero anno;
  • la rivalutazione del trattamento di fine rapporto considerata entro e non oltre il 31 dicembre del precedente anno.

Gli elementi negativi, invece, sono:

  • la presenza di imposte del valore 11% sulla rivalutazione del trattamento di fine rapporto;
  • recupero contributi INPS dello 0,5% delle retribuzioni pagate durante l’anno.

Andando a confrontare elementi positivi ed elementi positivi, sarà possibile calcolare il cosiddetto debito per tfr maturato durante l’anno di riferimento.

certificato_unicasim


debiti per tfr

Bancomat senza nome e cognome cos’è e come si utilizza