Decreto gennaio, le regioni che rischiano di finire in zona Rossa e in zona Arancione con la nuova ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza.

Dopo l’approvazione in Cdm del nuovo decreto, si attende il monitoraggio dell’Iss, atteso per il 15 gennaio, per capire la nuova colorazione dell’Italia in base all’emergenza coronavirus. Di fatto con la prossima ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza potrebbero aumentare (in maniera significativa) le Regioni in Zona Arancione e potremmo trovare una o due Regioni in Zona Rossa. La nuova Zona Bianca è un miraggio per tutte, ma con una regione che ha i numeri per sognare più forte.

Coronavirus, decreto gennaio: le regioni che rischiano la zona rossa

Sono due le Regioni che rischiano di passare in zona Rossa con la prossima ordinanza di Speranza. Si tratta della Lombardia e della Sicilia. Per quanto riguarda la Lombardia lo stesso presidente di Regione Attilio Fontana aveva espresso le sue preoccupazioni.

In zona rossa le regole sono quelle note: è vietato uscire di casa se non per motivi di necessità, lavoro o salute ed ogni spostamento dovrà essere giustificato con l’autocertificazione. In base a quanto stabilito con il nuovo decreto sarà possibile spostarsi una sola volta al giorno per andare a fare visita ad un amico o ad un parente che si trovi nello stesso Comune. Chiusi bar e ristoranti che potranno lavorare solo da asporto e per le consegne a domicilio.

Attilio Fontana
Attilio Fontana

Le Regioni in zona Arancione

Con il decreto di gennaio la zona Arancione rischia di diventare la più popolata. Rischiano Lazio, Piemonte, Umbria, Marche, Puglia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Trento e Bolzano.

In zona Arancione sono vietati gli spostamenti fuori dal Comune ma sono liberi quelli all’interno dei confini comunali. Bar e ristoranti restano chiusi ma aprono i negozi, con la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

Le Regioni in Zona Gialla

In zona Gialla ci si potrà spostare senza autocertificazione ma non sarà possibile uscire dalla Regione, neanche per raggiungerne un’altra in zona Gialla.

I negozi sono sempre aperti ma nel fine settimana si procede con la chiusura dei centri commerciali. Aperti fino alle 18 bar e ristoranti. Come annunciato dal Ministro Speranza in occasione del suo intervento in Aula, in zona Gialla riaprono i Musei.

Nessuna Regione in Zona Bianca

Sembra superfluo ribadirlo, ma alla luce dell’attuale situazione epidemiologica nessuna Regione può sperare di andare in zona Bianca con la prossima ordinanza. La Toscana però intravede l’obiettivo e spera di poter presto staccare il biglietto per la fascia di rischio più bassa che consente una sorta di ritorno alla normalità. Non male.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca decreto gennaio dpcm gennaio primo piano

ultimo aggiornamento: 15-01-2021


Arcuri: “Cresce indice di contagio e dei morti”. La Fondazione Gimbe: “Serve un lockdown”

Spostamenti, asporto, palestre, cinema e sci: cosa prevede il nuovo dpcm