Matteo Salvini al lavoro per il dl Genova. Il vicepepremier ha firmato il decreto per la semplificazione della documentazione antimafia.

GENOVA – In attesa di capire quali saranno le imprese che presenteranno il progetto per la ricostruzione del Ponte Morandi, il Governo fa un ulteriore passo in avanti per fare ripartire il prima possibile Genova. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha firmato il documento dedicato alla semplificazione antimafia.

Con questo via libera l’iter burocratico dovrebbe avere uno snellimento, come confermato dallo stesso vicepremier: “La città – riporta il sito di Sky TG24ha bisogno risposte immediate e non possiamo permetterci di perdere neanche un minuto“.

Dl Genova, Rixi esprime la sua soddisfazione per la firma di Salvini. Preoccupato Cantone

In una nota il viceministro ai Trasporti, Edoardo Rixi, ha espresso la sua “soddisfazione per la firma del ministro Salvini. Grazie a questo documento il commissario Bucci potrà usare procedure più snelle per l’affidamento dei lavori per la ricostruzione del Ponte Morandi e soprattutto dare alla città e ai propri abitati quelle risposte che aspettano per poter ripartire“.

Un po’ più dubbioso il presidente dell’ANAC, Raffaele Cantone, che in alcune dichiarazioni di qualche settimana fa aveva manifestato la sua paura di possibili infiltrazioni mafiose perché “nel decreto è prevista la deroga a tutte le norme extrapenali che comporta di conseguenza anche quella al Codice antimafia e alla relativa disciplina sulle interdittive. Non ritengo di dover sottolineare i rischi di questa omissione, soprattutto perché ci sono molte attività connesse alla ricostruzione in cui le imprese mafiose detengono un indiscutibile know how“.

fonte foto copertina https://twitter.com/MediasetTgcom24


Ddl anticorruzione, maggioranza battuta alla Camera

Lega e M5s in affanno, Berlusconi ci prova: presto un governo di Centrodestra