Decreto Sicurezza bis, Toninelli fa slittare l'esame dopo l'Europee

Decreto Sicurezza bis, Toninelli fa slittare l’esame dopo l’Europee. No di Salvini

Decreto Sicurezza bis, Toninelli: “In Consiglio dei ministri dopo le elezioni”. Salvini non ci sta: “La lotta alla camorra non conosce pause”.

ROMA – E’ di nuovo scontro tra M5s e Lega. A riaccendere una polemica che sembra infinita sono le parole di Danilo Toninelli che ritorna a parlare del Decreto Sicurezza bis: “Abbiamo il decreto crescita alla Camera e lo Sbloccacantieri al Senato. E’ evidente che le Camere si devono impegnare a fare questo. Dopo le elezioni e dopo l’approvazione di questi due decreti fondamentali per il governo valuteremo con serenità, e stando attenti a tutti i livelli del diritto, anche il decreto sicurezza bis“.

Parole che non sono piaciute al ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Le coperture ci sono e non penso che la lotta alla camorra conosca pause elettorali. Il Decreto sicurezza bis è pronto, lunedì va in Consiglio dei ministri“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial)

Decreto Sicurezza bis nel prossimo CdM? Salvini spinge per il sì

Per inserire il nuovo provvedimento nel prossimo Consiglio dei ministri le prossime ore potrebbero essere decisive. E’ prefissato per domani (giovedì 16 maggio 2019) il preconsiglio dei Ministri che ha come obiettivo stilare il programma da presentare poi lunedì al Consiglio E secondo quanto riportato dall’ANSA, la nuova norma fortemente voluta dal ministro dell’Interno dovrebbe fare parte di questa discussione.

Si tratta naturalmente di un argomento molto delicato perché Lega e M5s in più di un’occasione hanno ribadito due posizioni completamente differente. I grillini chiedono ai ‘colleghi di governo’ di non avere fretta nell’approvazione del provvedimento visto che al momento il Parlamento sta lavorando su altre riforme molto importanti come può essere il decreto crescita e sbloccacantieri.

La tensione continua ad essere molto alta nel governo. Le prossime ore saranno sempre più decisive per il futuro di questa legislazione che sembra avere le ore contate.

ultimo aggiornamento: 15-05-2019

X