La bozza del decreto Sostegno: sospensione delle cartelle fino al prossimo 30 aprile. Le altre misure inserite nel provvedimento.

Decreto Sostegno, le scadenze per i versamenti legati alle cartelle esattoriali sono sospese fino al prossimo 30 marzo. La cattiva notizia è però che dall’inizio del mese di marzo saranno notificati i nuovi atti. Le scadenze attualmente sospese dovranno essere saldate entro sessanta giorni la scadenza della sospensione.

Decreto Sostegno, sospensione delle cartelle fino al prossimo 30 aprile

Si tratta delle indiscrezioni che emergono sul nuovo decreto Sostegno, che dovrebbe essere approvato nei prossimi giorni. Sostanzialmente fino alla fine del mese di aprile sono sospesi i versamenti legati alle entrate tributarie e non tributarie per quanto riguarda le cartelle di pagamento di agenti della riscossione.

Ma a partire dal mese di marzo riprendono le notifiche per quanto riguarda le cartelle di pagamento, che dovranno essere regolate entro sessanta giorni dalla fine della sospensione.

Soldi euro
Soldi euro

Le altre misure inserite nella bozza del decreto

Per quanto riguarda le altre misure del decreto Sostegno, c’è una parte dedicata all’acquisto di farmaci e vaccini. Per quest’area di intervento saranno stanziati due miliardi e cento milioni di euro. Per il piano vaccini e le necessità logistiche della campagna di vaccinazione inoltre sono destinati quasi 400 milioni.

Per quanto riguarda i ristori destinati ai gestori delle attività colpite dalle chiusure, secondo quanto si legge nel decreto l’ammontare dei nuovi ristori non dovrà superare i 150.000 euro e non potrà avere importo inferiore ai mille euro per le persone fisiche.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 05-03-2021


Istat, a gennaio calo congiunturale per le vendite

La nuova scommessa di Kiko: trecento nuovi negozi entro il 2023