Rimborso chilometrico: come calcolarlo?

Ecco come si calcola nel dettaglio il rimborso chilometrico

chiudi

Caricamento Player...

Cos’è il rimborso chilometrico? Non tutti lo sanno, ma il rimborso chilometrico è una soluzione, spesso utilizzata dalle aziende per rimborsare il dipendente che deve effettuare una trasferta. In altre parole, il dipendente per spostarsi da un luogo all’altro e per svolgere le proprie mansioni, utilizza il mezzo proprio anzichè quello aziendale e poi l’azienda stessa procede con il rimborso delle spese.

Utilizzare la propria auto per spostamenti di lavoro è una pratica abbastanza comune, perciò, una precisa regolamentazione prevede che tale uso anche se occasionale, può essere oggetto di un rimborso chilometrico.

Nel rimborso chilometrico sono presenti i seguenti costi:

  • riparazioni e manutenzione
  • pneumatici
  • carburante
  • quota ammortamento capitale
  • assicurazione RCA
  • bollo dell’auto
  • quota ammortamento capitale

Non sono inclusi nel rimborso invece i pedaggi autostradali e le tariffe dei parcheggi.

Per poter procedere al rimborso chilometrico, occorre tenere conto di tre aspetti fondamentali, ovvero: percorrenza, tipo di veicolo utilizzato e relativo costo chilometrico. 

I requisiti per ottenere il rimborso chilometrico

Prima di tutto le spese devono essere documentate con scontrini, note di spesa o fatture. La tassazione del rimborso varia a seconda della trasferta. Ad esempio:

  • il rimborso è soggetto a tassazione se la trasferta avviene all’interno del comune dove si trova la sede lavorativa
  • il rimborso non è soggetto a tassazione se il dipendente si sposta fuori dal comune

Il rimborso chilometrico non deve essere inteso come remunerazione, bensì come indennizzo per i costi sostenuti dal dipendente per conto dell’azienda.

Per poter individuare gli importi da prendere in considerazione per eseguire poi il rimborso, è necessario fare riferimento alle tabelle ACI, le quali vengono aggiornate soltanto due volte all’anno.

Le suddette tabelle contengono i valori del costo medio di percorrenza per gli autoveicoli di 17 cavalli a benzina, e 20 cavalli diesel.