Parlamento Europeo: i deputati Brexit Party si voltano all'inno UE

Tensione al Parlamento Europeo: i deputati Brexit Party si voltano all’inno UE

Il ‘nuovo corso’ del Parlamento Europeo si apre con la protesta da parte dei deputati Brexit Party durante l’inno UE.

STRASBURGO (FRANCIA) – Il ‘nuovo corso’ del Parlamento Europeo non inizia nei migliore dei modi. Gli eurodeputati del Brexit Party guidati da Nigel Farange hanno voltato le spalle o sono rimasti seduti durante l’esecuzione dell’Inno UE. Protesta condivisa anche da parte di alcuni parlamentari francesi che fanno parte del gruppo che comprende la Lega.

Un chiaro segno sfida da parte dei politici inglesi che si preparano a lasciare l’Europa nei prossimi mesi. E questo cammino di separazione è iniziato con il voltare le spalle all’inno UE durante la sessione inaugurale del nuovo Parlamento. E sicuramente i prossimi mesi non saranno semplici a Strasburgo visto il clima di tensione che si respira.

Tensione al Parlamento Europeo, Tajani: “Alzarsi in piedi è una questione di rispetto”

Presente anche il presidente uscente Antonio Tajani. E’ stato proprio lui ad aprire la seduta dando il benvenuto ai nuovi parlamentari nella “casa della democrazia l’unica istituzione europea eletta dai cittadini”. L’esponente italiano – rieletto alle ultime elezioni – ha poi invitato tutti i deputati a rispettare l’inno europeo.

Alzarsi in piedi – sottolinea il presidente del Parlamento Europeo – è una questione di rispetto e non significa condividere l’UE. Anche quando si ascolta l’inno di un altro Paese ci si alza in piedi“. Parole che hanno ricevuto il consenso della maggior parte dell’assemblea.

Parlamento Europeo
Parlamento Europeo

Parlamento Europeo, ultima assemblea per Tajani come presidente?

Con l’assemblea odierna (martedì 2 luglio 2019) Antonio Tajani potrebbe salutare il ruolo di presidente del PE. A Bruxelles, infatti, si sta discutendo sulle nomine e potrebbe essere eletto il suo successore. Per l’esponente di Forza Italia, quindi, una legislazione da semplice eurodeputato.

Ma nell’ultima plenaria ha chiesto a tutti di rispettare l’inno dell’Unione Europea anche se non è condiviso.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/europeanparliament/

ultimo aggiornamento: 02-07-2019

X