Ambrosini: "Giampaolo mi piace, ci vuole tempo. Milan-Inter..."

Derby, Ambrosini: “Match equilibrato, il Milan gioca meglio contro le big. A Giampaolo va dato tempo…”

Massimo Ambrosini ha rilasciato un’intervista all’antivigilia di Milan-Inter. L’ex centrocampista rossonero ha fiducia nel nuovo tecnico e nella dirigenza.

Massimo Ambrosini ha parlato a La Gazzetta dello Sport a meno di 48 ore dal derby meneghino. L’ex centrocampista del Diavolo ha giocato 25 derby nella sua lunga carriera.

“Derby equilibrato…”

Su Milan-Inter di domani sera, Ambrosini vede una gara più equilibrata di quello che rilevato i pronostici: “Il match di domani? Molto equilibrato. Per quanto riguarda il Milan, è più facile giocare bene contro le grandi squadre, perché hai più spazi“.

Giampaolo, tempo e fiducia

Poi, Ambrosini ha espresso parole importanti nei confronti del tecnico Marco Giampaolo: “Mi piace perché conosce molto bene il calcio. E’ un lavoratore maniacale e le sue squadre hanno idee precise. E’ un grande pregio: alcuni tecnici fanno fatica a trasmetterle. Va valutato in un arco temporale che non può essere breve. E’ giusto che chieda tempo e concordo quando dice che andrà avanti per la sua strada: i suoi principi li deve portare avanti, anche se in realtà è già dovuto scendere a qualche compromesso. Spostare un giocatore o fare certi adattamenti che stiamo vedendo, dimostra che ha già iniziato a confrontarsi con certe dinamiche“. 

https://www.youtube.com/watch?v=gAiCJNiaH7s

Gli ex compagni alla dirigenza

Quello di Zvone è un ritorno romantico. Con lui ho un ottimo rapporto, anche se gli tolsi il posto quando voleva giocare centrocampista centrale nel 3-4-3 di Zaccheroni, ma proprio non ce la faceva (risata, ndr). E’ un ragazzo di una cultura rara nel mondo del calcio. Ha notevoli capacità relazionali e di intendere le emozioni delle persone. In termini di conoscenze, relazioni e modo di gestire è l’uomo giusto. Se ha punzecchiato Giampaolo sul gioco è perché ha una cultura dell’estetica molto spiccata, è sempre stato un cultore del bello. Quello che dice e fa va in questo senso. Maldini rispetto all’anno scorso è cambiato, lo vedo ancora più sereno, più consapevole del ruolo, ha la volontà di incidere. Il ruolo suo e di Boban saranno molto importanti con un tecnico come Giampaolo, perché occorrono condivisione e supporto. Paolo e Zvone hanno un’empatia formidabile, sono una bella coppia. Lo vedevo già da giocatori. E Massara completa bene il trio. Ma va lasciato tempo a tutti“. Così ha detto Ambrosini sulla nuova dirigenza di via Aldo Rossi.

Il ricordo di Ambrosini

Massimo Ambrosini ha giocato ben 25 derby. Ecco i suoi ricordi: “Il primo (marzo 1996, ndr). Ho ancora nella mente il colpo d’occhio di San Siro, ero un ragazzino, perdemmo ma che emozione. E poi ovviamente quello che ci portò in finale di Champions“.

ultimo aggiornamento: 20-09-2019

X