Juventus-Torino, è già derby: voce ai protagonisti

Ecco le dichiarazioni del bianconero Pjanic e del granata Ljajic, che domani si ritroveranno da avversari nel Derby della Mole.

chiudi

Caricamento Player...

Il Derby della Mole è già cominciato. Da una parte i campioni della Juventus guidati da Massimiliano Allegri, dall’altra il Toro di Sinisa Mihajlovic, squadra agguerrita e dal grande potenziale. Si preannuncia una sfida scoppiettante: “Vorrei che finisse 1-0, mi piacerebbe vincere senza subire gol”, ha dichiarato il bianconero Miralem Pjanic ai microfoni del quotidiano La Stampa. La Juve spera di ritrovare il vero Higuain, grande protagonista nelle due stracittadine della passata stagione: “Sosterrò sempre Gonzalo – ha aggiunto Pjanic – questi periodi capitano a tutti. La squadra lo aiuterà a sbloccarsi, lui è un grande campione e lo farà”

Serie A, sesta giornata: Juve-Torino all’Allianz Stadium (20.45)

Dalla Juventus al Toro, dalle geometrie in regia di Pjanic al talento cristallino di Adem Ljajic, in rete nell’ultimo derby: “Ricordo bene quel gol, spero di ripetermi”, ha affermato a Torino Channel.  “Non sarà una sfida tra numeri 10 – evidenziato il serbo in riferimento a Paulo Dybalama un confronto tra tutti noi. Attenzione a Miralem, lui è un top player e il gioco della Juve passa per i suoi piedi. Questo è il mio momento migliore nella carriera, sono al top. La Juventus? Non si vincono sei scudetti consecutivi per caso”.

La stima, ovviamente, è reciproca. Ecco le parole di Pjanic: “Adem è un grandissimo giocatore e gli voglio bene, spero che faccia una grande stagione, gli serve solo la continuità. Belotti? Sta facendo benissimo, ma 100 milioni per lui sono troppi, soprattutto se penso che qualche anno fa li valeva Cristiano Ronaldo. Noi favoriti? Se hai vinto l’anno prima, sei la squadra da battere, non ti puoi nascondere”.