Nel campionato 1993/94 il Milan cade a Napoli per effetto di un gran gol di Paolo Di Canio. Al termine della stagione, l’attaccante si trasferisce in rossonero, dove vincerà uno scudetto.

Paolo Di Canio è uno di quei calciatori che durante la propria carriera hanno indossato le maglie di Napoli e Milan. Sabato sera, al “San Paolo”, ci sarà la sfida tra partenopei e rossoneri e in un’occasione fu proprio il prodotto del vivaio della Lazio a decidere la gara.

Di Canio stende il Milan

Nel campionato 1993/94 gli uomini di Capello continuano a guidare la classifica, forti di una difesa granitica come non mai e di un Massaro che si riscopre bomber. Gli azzurri guidati da Lippi provano a risalire la china dal post-Maradona con una formazione di tutto rispetto. Tra gli elementi del Napoli si mette in mostra Paolo Di Canio, girato in prestito dalla Juventus. Il 27 marzo 1994, al “San Paolo” scende il Milan che viaggia verso il terzo scudetto consecutivo, forte di una striscia di nove vittorie consecutive. Baresi e compagni hanno tanti punti nei confronti della Juventus. Il match è inchiodato sullo 0 a 0 ma poi nel finale Di Canio si inventa un gran gol battendo Rossi sul primo palo dopo un doppio dribbling su Baresi e Maldini.

Il passaggio in rossonero

Pochi mesi dopo, Di Canio passa al Milan per circa 6 miliardi di lire. Nella prima stagione l’ex Napoli fatica mentre nella stagione 1995/96 l’attaccante romano dà un contributo significativo alla conquista dello Scudetto con cinque gol in 22 apparizioni. Nell’ultima gara di campionato i rossoneri stendono la Cremonese con uno spettacolare 7-1 nel quale Di Canio segna una doppietta. Il rapporto con Capello non è però dei migliori anche perché il romano ha un carattere tutt’altro che facile. E così, a fine stagione sarà addio al Diavolo per raggiungere la Premier League.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
milan Napoli paolo di canio scudetto Tutto Milan

ultimo aggiornamento: 16-11-2017


Italia, Malagò: “Prendo atto delle non dimissioni di Tavecchio”

Milan, Highbridge pronta al rifinanziamento del debito rossonero