Manovra, Di Maio e Renzi preparano gli emendamenti per ‘aggiustare’ il Documento varato dal governo dopo un Cdm di cinque ore e mezza.

Cinque ore e mezzo di Consiglio dei Ministri non sono bastate ad appianare le divergenze all’interno della maggioranza. Il governo è spaccato in due. Da una parte ci sono Conte e il Partito democratico, dall’altra il Movimento 5 Stelle e Italia Viva. Di Maio e Renzi sono i due delusi e si preparano a correggere la manovra a colpi di emendamenti. Una strategia rischiosa che potrebbe causare profonde spaccature in Aula.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

La manovra passa ma “salvo intese”

Che la situazione si particolarmente fluida e destinata a cambiare era chiaro già alla fine del Consiglio dei ministri, con quell’approvazione salvo intese che tradotto significa che molte cose possono ancora cambiare.

Il governo ha spedito a Bruxelles il Documento programmatico di Bilancio. Nei prossimi sette giorni l’Europa potrebbe chiedere spiegazioni a Conte e Gualtieri o limitarsi a dare il via libera alla manovra. Ma a preoccupare è soprattutto il fronte interno.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi

Di Maio e Renzi preparano gli emendamenti alla manovra

Il testo partorito nel Consiglio dei Ministri dovrà passare per l’approvazione del Parlamento. Qui Renzi e Di Maio dovrebbero provare a regolare i conti a suon di emendamenti. Italia Viva dovrebbe mettere nel mirino Quota 100. Il leader di IV ha detto e ribadito di essere assolutamente contrario alla riforma delle pensioni varata da Matteo Salvini. Conte, con il sostegno del Movimento 5 Stelle, è riuscito a blindarla ma in Aula potrebbe andare in minoranza. A quel punto per il governo ci sarebbe più di un problema da risolvere.

Il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio dovrebbe invece muoversi per provare a correggere il piano contro l’evasione fiscale fortemente voluto da Giuseppe Conte.

Ai due ribelli della maggioranza si aggiungono ovviamente i partiti di opposizione, che hanno duramente contestato la manovra varata dal governo. Mai come in questo caso l’esito della votazione sembra tutt’altro che scontato e non è un caso che il premier Giuseppe Conte continui a insistere sul concetto di lealtà…

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-10-2019


Conte, “Da Salvini repentini cambi di idee per opportunità politica”

Rubio (di nuovo) contro Salvini: Ho la posta invasa dagli insulti dei tuoi sostenitori poco intelligenti