Di Maio lancia l’ultima sfida a Salvini: votare il taglio dei parlamentari prima della caduta del governo. Una mossa politica in vista delle prossime elezioni.

Preso atto della crisi di governo in corso, voluta dalla Lega, Luigi Di Maio si gioca la sua ultima carta e sfida Salvini: approvare il taglio dei parlamentari prima di sciogliere il governo e trattarsi da acerrimi nemici in vista delle prossime elezioni.

Luigi Di Maio sfida Salvini: votare il taglio dei parlamentari

Quello di Luigi Di Maio è un rilancio con azzardo: se apriamo le Camere per sancire la crisi di governo perché non ne approfittiamo per mettere ai voti il taglio dei parlamentari che era in programma per il prossimo mese di settembre?

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/salviniofficial/

Una mossa da campagna elettorale in vista delle prossime elezioni

Quella di Di Maio sembra a tutti gli effetti una mossa, o meglio una proposta, da campagna elettorale. Il leader del Movimento Cinque Stelle cerca un appiglio per accusare Salvini di essere al servizio della vecchia politica, dei Berlusconi e dei Verdini. Una carta utile da giocarsi nel corso della prossima campagna elettorale, che sembra già iniziata se mai fosse finita dalle elezioni europee.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

La lotta per il prossimo governo

Se mai dovesse andare ai voti la proposta del taglio dei parlamentari prima dello scioglimento delle Camere e della caduta del governo, la sensazione è che il Movimento Cinque Stelle vada incontro a una nuova sconfitta non avendo una maggioranza sulla quale contare. A quel punto tutto diventerebbe materiale buono per la macchina della propaganda main linea pratica tutto si concluderebbe con un clamoroso nulla di fatto.


Salvini a Conte: “La maggioranza non c’è più. La parola agli italiani”

Il piano di Salvini: voto a ottobre e senza alleanze