Juventus, Agnelli sul Var: “Processo irreversibile”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il presidente della Juventus e dell’Eca, Andrea Agnelli, ha parlato del Var: “Sarà introdotto al Mondiale, questione che abbraccia varie federazioni“.

Riunione dell’Eca questo pomeriggio. Il presidente, Andrea Agnelli, al termine dell’incontro ha tracciato un sunto delle discussioni avvenute. I big del calcio europeo si sono confrontati su vari argomenti: calendario, competizioni, Var.

Queste alcune delle dichiarazioni di Agnelli, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Siamo pronti a parlare con tutti, ma bisogna capire bene come gestire il calendario dopo il 2024. Europa League? Stiamo cercando di capire se sia possibile apportare dei cambiamenti e allargare la competizione a un maggior numero di squadre, ma al momento non è stato deciso nulla“.

Andrea Agnelli: “Bisogna ridurre le partite

Il presidente ha quindi specificato: “Lo sguardo è proiettato oltre il 2024 e l’obiettivo è arrivare a una rimodulazione del calendario degli eventi per ridurre il numero totale delle partite e così l’impegno e lo sforzo dei giocatori“. Agnelli ha quindi parlato del mercato: “Il sistema dei trasferimenti dei giocatori va migliorato, non rivoluzionato. I club sono favorevoli a un intervento per il futuro, ma sono decisi a difendere la loro posizione perché si tratta di una questione vitale“.

var designazioni arbitrali
Un arbitro osserva il Var

Le dichiarazioni Agnelli sul Var: “Irreversibile

Importante il passaggio sul Var, per alcuni già motivo di lamentele in questa stagione: “Il Var è stata introdotta in vari Paesi, sarà adottato nella Coppa del Mondo. Si tratta di un processo irreversibile, una questione che abbraccia varie federazioni. C’è in Italia, c’è in Germania, verrà adottato anche nel Regno Unito. Noi dobbiamo rispettare la tempistica dell’Uefa. Devono formare il personale, cioè gli arbitri. La questione abbraccia tutti, ma penso che il sistema potrà essere adottato già nel 2019/20“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-03-2018

Mauro Abbate