Le dichiarazioni di Binotto e Sainz al termine del GP di Ungheria. Il manager: “Abbiamo fatto progressi sul passo gara”.

È un Mattia Binotto amareggiato quello che ha parlato al termine del GP di Ungheria. Un Gran Premio folle, ricco di colpi di scena. Una gara che la Ferrari si è voluta giocare fino in fondo, come confermato dal fatto che gli uomini del Cavallino abbiano deciso di marcare Hamilton nel momento cruciale della gara.

Formula 1, Binotto dopo il GP di Ungheria: “Sainz poteva finire tra i primi”

Binotto parla di un’occasione persa e si dice dispiaciuto per il ritiro di Charles Leclerc: “Dispiace perché erano punti importanti e una ghiotta opportunità. Anche con Carlos abbiamo fatto la scelta giusta rientrando ai box per evitare l’unsafe release. Poteva andare diversamente: poteva finire tra i primi“.

Il manager della Ferrari però si dice soddisfatto per i progressi fatti dalla squadra nel corso della stagione.

Abbiamo fatto progressi sul passo gara ma avrei voluto vedere cosa avrebbe fatto Charles. Adesso ci fermiamo per qualche settimana dopo una prima parte di stagione intensa. Guardiamo al futuro con ottimismo e voglia di far bene, ci aspetta una seconda parte più dura, con tante gare oltreoceano“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Mattia Binotto
Mattia Binotto

Sainz: “Fossi uscito davanti a Latifi e Tsunoda avrei potuto lottare per la vittoria”

Sainz si è detto parzialmente soddisfatto dopo la prima metà della stagione. La Ferrari è stata veloce ma non è mai riuscita a confezionare un fine settimana perfetto.

“Prima metà positiva. Sono stato molto veloce ma non abbiamo ancora fatto weekend completi e puliti. Oggi sono mancati solo dei piccoli dettagli. Fiducioso per una seconda parte di stagione ancora migliore.

Per quanto riguarda il GP di Ungheria, Sainz si è detto dispiaciuto per non essere arrivato a giocarsi la vittoria finale.

Un peccato essere uscito dai box dietro a Latifi e Tsunoda. Fossi uscito davanti a loro avrei potuto lottare per la vittoria con Ocon e Vettel. Il sorpasso di Hamilton? Negli ultimi giri le gomme erano finite perché Lewis mi ha fatto spingere tanto. Nel finale ho anche dovuto gestire la benzina“.


Formula 1, Bottas e Stroll penalizzati di cinque posizioni dopo l’incidente in Ungheria

Ferrari, trimestre in crescita per ricavi e consegne. Elkann: “Modello business senza eguali”