Il commissario di Genova Bucci: “Tra giovedì 18 e venerdì 19 gli sfollati possono tornare nelle proprie case per prendere gli oggetti”.

GENOVA – I lavori per fare ripartire il prima possibile Genova continuano. A margine di un incontro con gli sfollati, il sindaco e commissario Marco Bucci conferma che a breve ci sarà la possibilità di ritornare nelle proprie abitazioni: “Ci sono buone possibilità – riporta l’ANSAche tra giovedì 18 e venerdì 19 le persone possano ritornare nelle case per ritirare i propri beni. Noi abbiamo predisposto un piano e attendiamo il via libera della commissione tecnica. L’operazione sarà complessa e durerà due o tre settimane. Andremo avanti fino a quanto tutti non saremo contenti“.

Ponte Morandi
Ponte Morandi (fonte foto: https://www.facebook.com/evangelistafotografo/)

Il commissario di Genova Bucci: “La priorità è sugli oggetti ma non ci sono preclusioni”

Secondo il piano stabilito dal comitato, gli sfollati saranno accompagnati da tre vigili del fuoco e potranno stare all’interno delle loro abitazioni due ore: “La priorità – conferma Buccisono gli oggetti ma sono comunque decisioni personali. Noi siamo soddisfatti del piano e speriamo che vada tutto bene. Si inizia dalle case esterne per poi concludere con quelle sotto il ponte“.

Ogni famiglia – conclude il sindaco – avrà a disposizione 50 scatoloni ma non si tratta di un piano rigido. Si inizia da questo giro e poi vediamo in futuro cosa succederà“.

Il cammino verso il ritorno alla normalità per Genova è ancora lungo ma intanto ci sono i primi passi verso una ripartenza dopo due mesi di difficoltà. Si inizia dal recupero degli oggetti degli sfollati e molto probabilmente si concluderà con la ricostruzione del viadotto.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/RafCalandra/


Caso Cucchi, il generale Nistri: “Forse si è aperto uno spiraglio di luce”

Torino, fermato uno stupratore seriale: almeno quattro le aggressioni