Le dichiarazioni della ministra De Micheli sulla Gronda

Gronda, De Micheli: “Al lavoro per rendere più rapida la realizzazione”

Le dichiarazioni della ministra Paola De Micheli sulla Gronda: “Stiamo lavorando per rendere più rapida la realizzazione”.

GENOVA – Le dichiarazioni della ministra De Micheli sulla Gronda. Nella sua prima uscita da titolare delle Infrastrutture, l’esponente del PD è ritornata su una delle opere più discusse all’interno della maggioranza: “Stiamo entrando nel merito di tutte quelle che sono le cose da fare per rendere il più rapida possibile la realizzazione di quell’opera“.

Il sottosegretario Traversi: “Lavoriamo sulla parte del progetto che ci accomuna”

Sulla Gronda nelle ultime settimane c’è stato un passo indietro da parte del M5s. Il MoVimento, infatti, aveva detto no alla realizzazione dell’opera ma ora sembra esserci una visione completamente diversa: “Sto ragionando per la parte del progetto che ci accomuna – sottolinea il sottosegretario Traversi su quello non c’è nulla da decidere perché una parte del progetto non è messa in discussione. Sull’altra dobbiamo rivedere qualcosa ma c’è tempo per fare questo“.

Le proposte – aggiunge – sono diverse. Si può arrivare avendo un ponte efficiente quanto prima perché tra cinque anni facendo il raddoppio a Levante e con il ponte e il Lungomare Canepa in efficienza la città potrà rivedere un po’ di sole“.

Gronda
fonte foto https://twitter.com/FurlanAnnamaria

Toti sulla Gronda: “Va costruita. Non mi interessa chi la fa”

Sulla Gronda è intervenuto anche il governatore Giovanni Toti: “Va costruita, non mi interessa chi la fa. Nel primo trimestre era prevista la partenza se poi bisognerà ritirare le concessioni deciderà il MIT. I colpevoli del crollo del ponte devono andare in galera. Questo lo deciderà un magistrato, la politica ha un altro compito: fare partire il cantiere nel più brete tempo possibile. Al Governo facciano quello che credano purché facciano, è un anno che si discute di concessioni autostradali tenendo bloccata la Gronda e mille opere accessorie“.

fonte foto copertina https://twitter.com/FurlanAnnamaria

ultimo aggiornamento: 19-09-2019

X