Luigi Di Maio: Decreto legge per dare un miliardo alle famiglie

Luigi Di Maio su Facebook anticipa le mosse del Governo: “Stiamo lavorando per un decreto legge per dare un miliardo alle famiglie”.

ROMA – Dalle parole ai fatti. Lo slogan di Matteo Salvini può essere ripreso per il lungo post di Luigi Di Maio su Facebook: “Stiamo lavorando – scrive il ministro – per mettere nero su bianco un decreto per destinare il miliardo recuperato dal reddito di cittadinanza alle famiglie. Tra le misure più importanti il dimezzamento delle rette d’asilo, scontri sui pannolini, sulla baby sitter, soldi a chi fa figli con la proposta di dare ai genitori un assegno mensile“.

In occasione della Festa della Mamma il vicepremier si sofferma anche sulla questione donne: “Spesso – precisa – sono penalizzate in termini di promozioni e bonus a causa delle loro assenze per far fronte alle responsabilità familiari e per questo bisogna cambiare rotta. Rivere il sistema welfare e superare il gender pay e una concezione tradizione del ruolo delle donne nella società e una visione stereotipata delle aspirazioni. C’è una cultura aziendale troppo maschile e purtroppo persino la maternità contribuisce all’ampliamento del divario retributivo“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio (fonte foto: https://www.facebook.com/LuigiDiMaio)

Luigi Di Maio: “Bisogna incentivare la aziende ad assumere le donne attraverso gli sgravi contributivi”

Per cercare di combattere la disoccupazione femminile Luigi Di Maio ha un piano: “Bisogna cercare di incentivare le aziende ad assumere donne attraverso l’introduzione di sgravi contributivi – ribadisce – e detassare i redditi del lavoro femminile. Inoltre portare il congedo parentale per il padre alla stessa durata della madre. Con questa cosa azzeriamo le discriminazioni già in fase del colloquio, momento in cui la donna si trova ‘discriminata’ per possibili gravidanze“.

In conclusione del suo lungo post arriva una nuova proposta da parte del ministro del Lavoro: “Proroghiamo l’opzione donna che in questi mesi è già stata utilizzata da oltre undicimila donne“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio

ultimo aggiornamento: 12-05-2019

X