Nuova frecciatina di Luigi Di Maio a Macron: “Un giorno dice di non volere offendere l’Italia e l’altro parla di lebbra”.

ROMA – La tensione tra Roma e Parigi resta molto alta. Presente all’assemblea della UIL, il vicepremier Luigi Di Maio ha lanciato una nuova frecciatina a Macron: “Una volta – ha dichiarato – dice di non volere offendere l’Italia e poi parla di lebbra. La vera lebbra è l’ipocrisia europea di alcuni stati che respingono i migranti a Ventimiglia e poi ci fanno la morale su come gestirli“.

Il ministro del lavoro ha parlato anche del reddito di cittadinanza: “Il nostro obiettivo – ha ribadito – non è dare i soldi a chi vuole stare sul divano ma iniziare un percorso di riqualificazione ed essere inserito in nuovi settori. Ma mentre ti formi e lo Stato investe su di te, ti do un reddito e in cambio dai alla tua città ogni settimana 8 ore di lavoro gratuite di pubblica utilità”.

Luigi Di Maio alla UIL: “Spero settimana prossima di avviare il decreto dignità”

Durante il suo intervento, Di Maio ha parlato del decreto Dignità: “Spero la settimana prossima di riuscire ad avviarlo e sarà la prima misura di questo governo. La norma eliminerà la burocrazia per le imprese, ci sarà un intervento sul precariato, vieteremo la pubblicità sul gioco d’azzardo e interverremo sulle delocalizzazioni“.

Il vicepremier ha parlato anche dei vitalizi: “A breve li aboliremo per gli ex parlamentari. È una questione di giustizia sociale, dobbiamo ricominciare a mettere al centro alcuni segnali istituzionali, poi passeremo anche alle pensioni d’oro. Quelle superiori ai 5 mila euro netti vanno tagliate se non hai versato i contributi“.

Di seguito il video con l’intervento di Di Maio alla UIL

In diretta da Roma il mio intervento all’assemblea nazionale UIL

Pubblicato da Luigi Di Maio su Venerdì 22 giugno 2018

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio/


Migranti, Conte: “Nessuno può prescindere dalle nostre posizioni”

Salvini: “Bambini a scuola anche senza vaccini”, è scontro con M5S