Crisi di governo, le parole di Renzi dopo le consultazioni: “Prima decidiamo dove andare, poi capiremo con chi. L’ho detto anche al premier dimissionario”.

La crisi di governo entra nel vivo con il passaggio di Matteo Renzi e di Italia Viva al Quirinale per il confronto con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel secondo giorno di consultazioni.

Nel punto stampa al termine del colloquio con Mattarella Matteo Renzi non ha fatto nomi, ha ribadito che la decisione di ritirare le ministre è figlia della difesa delle proprie idee e ha definito vergognosa la caccia alle singole persone, facendo riferimento alla caccia ai costruttori per puntellare la maggioranza senza i voti di Italia Viva

Crisi di governo, Renzi: “A Mattarella abbiamo espresso la preoccupazione non per la crisi politica ma per quella sanitaria”

“Al presidente Mattarella abbiamo espresso la preoccupazione non per la crisi politica ma per quella sanitaria, economica e educativa […]. Non è una discussione tra caratteri o risentimenti. Da mesi chiediamo di discutere di contenuti. E in nome delle nostre idee siamo stati pronti a rinunciare alle nostre poltrone. Al contrario abbiamo assistito allo spettacolo indecoroso di caccia a singole persone, si è fatto credere che si potesse affrontare così la crisi recuperando un voto qua o là”, ha dichiarato Matteo Renzi.

Matteo Renzi
Gruppo parlamentare Italia Viva – PSI del Senato della Repubblica e Italia Viva della Camera dei deputati (foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Renzi, “Preferiamo un governo di natura politica ad un governo istituzionale”

Il leader di Italia Viva è poi entrato nel vivo della crisi di governo facendo sapere che il partito è pronto a sostenere un governo politico così come un governo istituzionale, chiarendo di preferire la prima via.

Abbiamo dato la nostra disponibilità al presidente Mattarella per affrontare le soluzioni che saranno più opportune. Preferiamo un governo di natura politica ad un governo istituzionale, che saremmo comunque pronti ad appoggiare. Con quale maggioranza? Abbiamo sentito parole dure nei confronti di Italia Viva. Lasciamo valutazioni a chi ha messo veti su di noi. Se c’è una valutazione politica che prevede il nostro coinvolgimento, noi ci siamo. Ma se ci siamo vogliamo parlare di contenuti: siamo stati gli unici a porre i problemi e per 15 giorni siamo stati coperti di fango per questo“.

La telefonata con il premier Conte

Nel corso del suo intervento Renzi ha parlato di una telefonata intercorsa con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Stando a quanto appreso sarebbe stato il premier uscente a contattare il leader di Italia Viva per un confronto prima delle consultazioni.

Di seguito il video del secondo giorno di Consultazioni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 29-01-2021


Crisi di governo, il retroscena della telefonata tra Conte e Renzi

Crisi di governo, no di Renzi a un incarico a Conte. Prima mandato esplorativo a un’altra persona