Il presidente turco Erdogan ritorna sull’omicidio di Khashoggi: “Questo delitto avvenuto nei nostri confini non sarà insabbiato. Abbiamo bisogno di risposte”.

ISTANBUL (TURCHIA) – La Turchia ha intenzione di trovare i responsabili dell’omicidio di Jamal Khashoggi. Ad annunciare questa intenzione è stato il leader Erdogan in un discorso ai suoi parlamentari: “Perché il consolato è stato aperto agli investigatori solamente qualche giorno dopo? – si domanda – questo delitto avvenuto nei nostri confini non sarà insabbiato da domande senza risposte. Dobbiamo cercare la verità e faremo tutto il necessario per trovarla“.

Recep Tayyp Erdogan
Recep Tayyp Erdogan

Omicidio Khashoggi, Erdogan: “Attendiamo da Riad delle risposte immediate”

Il presidente Erdogan nel suo discorso ha parlato anche dell’Arabia Saudita: “Ammettendo l’omicidio Riad ha fatto un passo molto importante ma ci aspettiamo che i responsabili siano trovati sia dal livello più basso al più alto. Non dubito sull’onestà del re saudita ma auspico che su questa vicenda indaghi una delegazione giusta e non parziale e soprattutto che non sia sospettabile di contatti con l’incidente“.

La situazione continua ad essere molto intricata con gli inquirenti che sono alla ricerca del corpo del giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi. Riad fino a questo momento ha confermato solamente il delitto ma ancora non è stato ritrovata la salma.

Nel suo discorso Erdogan ha aperto alla collaborazione da parte dell’Arabia Saudita. Le 18 persone fermate nei giorni scorsi dovrebbero essere trasferite in Turchia ed essere processati per il brutale omicidio. Le prossime settimane saranno decisive per fare luce sull’omicidio di Kashoggi, uno dei giornalisti dissidenti dell’attuale regime dell’Arabia Saudita.

Di seguito il video con le parole di Erdogan sulla morte di Kashoggi

 


Usa, ordigno nella cassetta delle lettere di Soros

Ritrovati i resti di Jamal Khashoggi