Andrea Iannone sulla squalifica per doping: “Sono sereno. Ho la coscienza pulita”.

ROMA – A distanza di diverse settimane dalla decisione della Wada, Andrea Iannone è ritornato sulla squalifica per doping: “Sono sereno – ha detto il pilota, riportato da corsedimoto.comchi ha la coscienza pulita può sentirsi arrabbiato e demoralizzato, ma non dovrà mai perdere la serenità. Confesso che ho vissuto momenti di tristezza assoluta, ma mi è servito per trovare forza che mi ha permesso di trasformare il ragazzo che amava la velocità di Vasto in un pilota di moto“.

“Ho sempre detto la mia”

Andrea Iannone ha parlato anche del suo carattere: “Ho sempre detto la mia, senza frenarmi davanti a niente e nessuno. Sono sempre più convinto che per essere la versione migliore di te domani, devi conoscere i tuoi difetti e gli angoli da smussare oggi. Sono convinto che se vedo qualcosa che non mi piace devo urlarla. Un uomo che accetta tutto solo per un compromesso non può essere definito uomo. A quanto pare questa irriverenza è un difetto che a me piace tanto, ma che non apprezzano tutti“.

E sul suo futuro ha ammesso: “Io non mi sono arreso alla MotoGP. Ho un progetto in testa. Quando verrà il momento ve ne parlerò“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Andrea Iannone
Andrea Iannone

Il ‘calvario’ di Andrea Iannone

Non è stato un periodo semplice per Andrea Iannone. Il pilota abruzzese è stato squalificato per doping. Uno stop di quattro anni che, se confermato anche in futuro, metterà fine alla sua carriera.

L’atleta, però, non ha nessuna intenzione di fare mollare. La sua battaglia continuerà nei prossimi anni con la speranza di ritornare il prima possibile a correre. Intanto continua a coltivare altri proteggi che potrebbero prendere forma nei prossimi anni. E lo stesso Iannone li racconterà al momento opportuno alla stampa e ai suoi tifosi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Formula 1, confermato il GP di Monte Carlo

Patente E: cos’è, come si ottiene e il costo