Draghi: “Seguire Patto di stabilità”, Conte: “No a modifiche alla manovra”

Manovra, Mario Draghi avverte l’Italia: “Nei Paesi in cui il debito pubblico è elevato la piena adesione al Patto di stabilità è fondamentale”.

Continua a far discutere la manovra economica italiana, nel mirino delle opposizioni e dell’Unione europea oltre che di alcune agenzie di rating e di Bankitalia. L’ultimo allarme è stato lanciato dal direttore della Bce Draghi, il quale ha invitato i paesi con un debito a seguire il Patto di stabilità.

Bce, Mario Draghi sulla manovra economica italiana: “Il cuscinetto fiscale è importante per i Paesi in cui il debito pubblico è elevato. La piena adesione al Patto di stabilità è fondamentale”

Il presidente della Bce ha lanciato un appello al governo italiano sottolineando come per i Paesi con un debito elevato sia fondamentale rispettare il Patto di stabilità. “Le politiche di altri settori devono contribuire con più forza ad alzare la potenziale crescita sul lungo e ridurre le vulnerabilità.

L’espansione in corso richiede la ricostruzione di ‘cuscinetti’ fiscali, importanti nei Paesi in cui il debito pubblico è elevato e per i quali la piena adesione al Patto di stabilità e crescita è fondamentale per salvaguardare sane posizioni di bilancio“.

validità degli euro scritturali
VALIDITà DEGLI EURO SCRITTURALI

Giuseppe Conte: “La manovra è stata elaborata, meditata e studiata”

In mattinata il Premie Giuseppe Conte, parlando ai microfoni dei giornalisti presenti ad Addis Abeba aveva fatto sapere che il governo non è intenzionato ad apportare modifiche alla manovra concordata.

La manovra è stata elaborata, meditata e studiata. Potremmo valutare qualche intervento ma è stata costruita in termini integrali e pensare di modificare qualcosa di significativo lo escluderei“. 

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/PRIMAPAGINAtv-188598131898399/

ultimo aggiornamento: 12-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X