Brexit, Theresa May sfida i ribelli: Bruxelles pronto a dire di sì

Theresa May non si arrende. La premier britannica lancia la sfida ai ribelli sulla Brexit e si prepara all’esame Bruxelles: “Non mi dimetto”.

LONDRA (INGHILTERRA) – Theresa May lancia la sfida ai ribelli. Le voci di un possibile voto di sfiducia nei prossimi giorni si fanno sempre più insistenti ma per il momento la premier britannica non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro: “Non ci saranno – dichiara ai microfoni di SkyNews le dimissioni. Io vado avanti per la mia strada anche perché se ci fosse un cambio la negoziazione non sarebbe più facile e non cambierebbe neanche l’aritmetica parlamentare“.

Il Partito Conservatore continua la ricerca delle firme per provare a mettere in difficoltà la solidità dell’attuale governo. Un compito non semplice ma la giornata di lunedì 19 novembre potrebbe essere decisiva.

Theresa May
Theresa May (fonte foto https://twitter.com/Rvaticanaitalia)

Brexit, Theresa May fiduciosa: i 27 sono pronti a dire di sì

In attesa di capire il futuro in patria, Theresa May è chiamata all’esame Europa. Domani è in programma il Consiglio degli Affari Generale che dovrebbe dare l’ok all’accordo sulla Brexit. Il primo via libera – riporta l’ANSA – è arrivato da parte degli ambasciatori dei 27. Si tratta di un grande passo in vista dell’incontro dei prossimi giorni con Bruxelles, nel quale dovrebbe essere ratificato l’accordo.

Ma il vero esame per la premier britannica sarà il 6 dicembre 2018 quando sarà convocata la Camera dei Comuni. In questo momento la maggioranza non c’è ed una bocciatura della Brexit non è un’ipotesa così irrealizzabile. Giorni, settimane decisive per il governo inglese con Theresa May che spera di superare il più grande ostacolo da quando è alla guida dell’Inghilterra.

fonte foto copertina https://twitter.com/10DowningStreet

ultimo aggiornamento: 18-11-2018

X