Donnarumma-Milan, parla Mino Raiola: “Spero che in rossonero giochi Reina”

Quella di Mino Raiola non è certo una battuta. Ormai è noto: il noto procuratore farebbe carte false pur di portare Gigio via dal Milan.

Rieccolo, puntuale come uno scomodo quanto irritante orologio svizzero. Mino Raiola è tornato a parlare di Gigio Donnarumma, rifilando la solita – ormai scontata – frecciata al Milan. Il manager del portierone rossonero ha parlato ai microfoni di Radio 24.

Raiola-Milan, ormai è scontro

“Spero che in porta la prossima stagione giochi Reina”, ha dichiarato il noto procuratore italo-olandese, alludendo così a una possibile partenza in estate di Donnarumma. In quel caso, infatti (solo in quel caso), lo spagnolo diventerebbe il portiere titolare del Milan.

Solo pochi giorni fa, intervistato da Rai Sport, Mino Raiola si era soffermato sull’argomento: “Donnarumma piace in Italia e all’estero, può succedere di tutto. Ma se dice di voler restare al Milan, resta. Rispetto le scelte di un mio giocatore, l’ho sempre fatto”.

Milan GIANLUIGI DONNARUMMA Mino Raiola

Ora queste nuove esternazioni, che evidenziano le già chiare intenzioni del procuratore, il quale sarebbe disposto a tutto pur di portare via Gigio dal Milan.

Di Biagio, no a Balotelli: la replica di Mino Raiola

Nel corso dell’intervista, Mino Raiola ha parlato anche sulla mancata convocazione in azzurro di Mario Balotelli: “Sono dispiaciuto per le motivazioni che ha dato Di Biagio. La Federazioni dà poteri totali al commissario tecnico, ora è cambiato ma le scelte no. La Nazionale dovrebbe rappresentare i migliori ma i migliori non vengono presi in considerazione”.

Mario Balotelli
Fonte foto: https://www.facebook.com/ogcnice/

“In Italia pensiamo a cambiare solo il ct, dovremmo avere un direttore sportivo invece che si occupi della Nazionale. Fa schifo, è piena di gente scarsa. Per portare Balotelli ci vuole carattere, non lo aveva Ventura e non lo ha Di Biagio. Spogliatoio? Ma quale spogliatoio? Se fosse così lo dicano”.

Buffon in Nazionale, Raiola non ci sta

Da Balotelli a Gigi Buffon, Mino Raiola ne ha per tutti: “Mi stupisce la sua chiamata. Rispetto il portiere della Juve, ma volevo Donnarumma in porta. Se Di Biagio vincerà allora avrà ragione perché così ragionate in Italia”.

Mino Raiola nel mirino del fisco

L’agente di Gigio, dunque, continua a far discutere. A quanto pare, i problemi con il fisco olandese non lo turbano minimamente.

Secondo le autorità locali, Mino Raiola dovrebbe pagare le tasse in Olanda e non altrove. Il manager, però, i suoi legali, ha già fatto sapere di non aver motivi per versare lì i contributi visto che la sua residenza si trova a Montecarlo e proprio lì ha sede la società che gestisce.

Gigi Di Biagio parla di Buffon ma non solo:

ultimo aggiornamento: 20-03-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X