Le dichiarazioni del premier Conte sulla manovra: "Chiediamo onestà"

Manovra, Conte: “Essere onesti conviene. Vogliamo incentivare l’uso della moneta elettronica” (VIDEO)

Le dichiarazioni del premier Conte sulla manovra: “Ho parlato di patto onesto con i cittadini. Bonus della befana? Da 200-250 euro a salire”.

ROMA – Le dichiarazioni del premier Conte sulla manovra ai microfoni dello speciale TG1. Il presidente del Consiglio si è addentrato nei dettagli della legge di bilancio approvata da Palazzo Chigi salvo intese: “Non vogliamo criminalizzare nessuno – ha ribadito il primo ministro – ma solo fare un patto onesto con i cittadini e incentivare l’uso della moneta elettronica. Con questa manovra vogliamo dire che essere onesti conviene“.

E sul superbonus precisa: “Chi ricorre ai pagamento digitali si ritroverà il bonus della befana da 200-250 euro, a crescere e anche un concorso a premi con una lotteria da 50 milioni“.

Conte: “Coperture? Sono sicuro che ci sono”

Il premier si dice pronto a mettere la mano sul fuoco sulle coperture: “I tecnici del Mef e della Ragioneria dello Stato sono dei cerberi. Si parla di flessibilità dell’UE ma loro sono meno flessibili quindi sono tranquillo. Si tratta di una prima riforma strutturale e i 23 miliardi per la clausola di salvaguardia dell’Iva si sarebbero tradotti in pressione fiscale su consumi e invece è stata sterilizzata. Abbiamo trovato anche altri 17 miliardi nel prossimo triennio e poi il taglio del cuneo fiscale. Possiamo parlare di manovra espansiva“.

Giuseppe Conte
La dichiarazione del Prof. Giuseppe Conte,al termine dell’incontro con il Presidente Sergio Mattarella. (foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“Giusto il carcere nei casi più gravi”

Conte ha parlato anche di evasione fiscale: “Secondo me è giusto il carcere per i casi più gravi e su questo anche le altre politiche sono d’accordo. Stiamo lavorando per completare questo tassello ma posso dire che il ministro Gualtieri è stato molto collaborativo nonostante la mia pressione. Parliamo di un progetto condiviso“.

Conclusione finale sulle diverse critiche dell’opposizione: “Loro la devono studiare mentre io la conoscono. In questo momento sono impegnato in questo nuovo progetto e non ho intenzione di dare vita ad un partito. Ci sono già diversi soggetti e sarebbe opportuno fare dialogare questi che dare vita ad altri soggetti“.

Di seguito il video con le dichiarazioni del premier Conte

La mia intervista a "Speciale Tg1"

Pubblicato da Giuseppe Conte su Mercoledì 16 ottobre 2019

ultimo aggiornamento: 17-10-2019

X