Crollo Ponte Morandi, Salvini: “Non può rimanere una strage impunita”

Matteo Salvini ha fatto il punto sul crollo del Ponte Morandi: “C’era qualcuno che era pagato profumatamente per garantire la sicurezza”.

GENOVA – Al termine di una lunga giornata a Genova, il ministro Matteo Salvini ha fatto il punto sul crollo del Ponte Morandi ai microfoni della trasmissione In Onda, su La7: “Il mio ringraziamento – ha esordito – va a tutte le persone che stanno lavorando interrottamente da ieri mattina, mettendo a rischio la propria vita. Dopo questa tragedia confermo la mia idea di portare alla prossima manovra 400 milioni di euro per delle nuove assunzioni nei vigili del fuoco, carabinieri, polizia perché fanno un lavoro straordinario ed hanno problemi di personale. Qualcuno ha sbagliato, il bilancio delle Autostrade è pubblico. C’era qualcuno che era pagato profumatamente per garantire la sicurezza di quel tratto autostradale. Poi tutte le autorità faranno i loro approfondimenti ma è evidente chi doveva controllare non ha controllato“.

Ponte Morandi
Fonte foto: https://www.facebook.com/tg2rai/

Matteo Salvini a La7: “Come governo siamo al lavoro per controllare tutti i ponti che sono a rischio”

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha annunciato che il governo si è messo subito al lavoro per garantire maggiore sicurezza in Italia: “Stiamo controllando tutti i ponti che sono a rischio e che ci sono stati segnalati da sindaci, cittadini e altre associazioni. Questa non può rimanere l’ennesima strage impunita“.

Sui dispersi e le vittime: “Io da ieri sono in costante contatto con i soccorritori. I numeri certi sono 39 vittime ma c’è la possibilità che ci siano altri colpi sotto le macerie. Stiamo raccogliendo le segnalazioni di persone che non hanno dato notizie ai familiari ma non vogliamo dare numeri certi“.

Sugli sfollati: “Le case verranno abbattute. Sono 634 i cittadini senza casa e il nostro obiettivo è entro la fine dell’anno dare una nuova abitazione a tutte quelle persone“.

Di seguito il video con il sopralluogo di Matteo Salvini a Genova

SOTTO IL PONTE CROLLATO.Genova, ho scelto di essere al fianco dei 380 Vigili del Fuoco e di tutti gli eroi (compresi 30 splendidi cani) che da ieri stanno lavorando fra le macerie con coraggio, per portargli il vostro abbraccio.Genova non si arrende, ma chi ha sbagliato e ha causato tanto dolore dovrà pagare.

Pubblicato da Matteo Salvini su Mercoledì 15 agosto 2018

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/

ultimo aggiornamento: 15-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X