Barcellona-Inter, Luciano Spalletti: “Loro molto più forti di noi, sbagliato in fase di palleggio”

Le dichiarazioni di Luciano Spalletti nel post-partita di Barcellona-Inter ai microfoni di Rai 1: “Poca personalità”

Al termine della partita persa contro il Barcellona di Ernesto Valverde nella terza giornata della Champions League, l’allenatore dell’Inter Luciano Spalletti si è fermato ai microfoni di Rai 1 per raccontare le sue impressioni sul match.

Siamo entrati un po’ frenati e titubanti, gli abbiamo dato troppo campo e nelle volte in cui abbiamo recuperato palla non siamo riusciti a pulirla bene e renderla effettivamente nostra. Loro ci sono saltati addosso, vedendo le nostre difficoltà in fase di palleggio. Pensavo si spendesse meglio il premio che abbiamo guadagnato l’anno scorso: oggi si è concesso qualcosa sotto l’aspetto della personalità”.

“Mi ha fatto piacere vedere giocare Rafinha: ha disputato una buona prova. Il loro modulo è rimasto lo stesso: con Rafinha schierato al posto di Dembélé hanno meno profondità e più palleggio”.

“Errore sul primo gol? No, è il difetto dei difensori vecchi di guardare troppo l’uomo. Marcare ti fa perdere troppo di vista la palla. Bisogna marcare lo spazio e poi agire sull’uomo”.

“Quando abbiamo recuperato palla l’abbiamo subito rimessa in discussione: non gli siamo mai saltati addosso, si è snaturato quello che è il concetto di squadra. Perché sei costretto a correre e ad un dispendio di molte energie”

“Le nostre complicazioni derivano dal fatto di avere molti giocatori indisponibili, soprattutto a centrocampo. Si è infortunato Nainggolan, c’è anche il freno della Uefa. Alcune risorse potevano essere gestite meglio: loro ci hanno fatto correre e perdere di energie, noi abbiamo giocato a distanza dalla porta con poca lucidità. Loro sono stati più forti di noi, hanno vinto meritatamente”.

ultimo aggiornamento: 24-10-2018

X