Ignazio Visco sul Pil: “Crescita ai livelli del 1993. Rimuovere gli ostacoli che frenano l’innovazione”

MILANO – Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, è ritornato sul Pil precisando che la crescita italiana è tornata ai livelli del 1993: “La risposta globale di governi, banche centrali e autorità di vigilanza nella maggioranza dei Paesi è stata immediata – le parole dell’economista riportate da La Repubblicae straordinaria. Ora è essenziale che si attuino riforme volte a creare un ambiente più favorevole alle imprese, aumentando la qualità e l’efficienza dei servizi pubblici, riducendo gli oneri amministrativi e burocratici, abbassando il peso dell’evasione fiscale, della corruzione e di altre attività criminali“.

Borse in rosso

L’aumento dei contagi del coronavirus continua a preoccupare le Borse che sono in rosso. Piazza Affari ha lasciato per strada lo 0,,84%, confermandosi la migliore del Vecchio Continente. Parigi e Londra hanno registrato una diminuzione dello 0,9%. La peggiore è stata Francoforte con un ribasso dell’1,06%. Male anche Wall Street. Il Nasdaq ha chiuso con un rosso dell’1,27% mentre il Dow Jones con un -0,56%. Dati che non hanno risentito del calo della domanda di disoccupazione negli Usa con il Paese che sembra essere ripartito nonostante i numeri dell’epidemia che continuano ad essere alti.

L’apertura dei mercati era iniziata con la seduta negativa di Tokyo che ha lasciato per strada l’1,11%.

Borsa Milano
Borsa Milano

Spread in ribasso

Chiusura in ribasso, invee, per lo spread. Il differenziale ha terminato la settimana a 149 punti base con il rendimento del decennale che si è stabilizzato all’1,01%. Continua il calo dell’euro che è passato di mano a 1,1780 dollari e 125,30 yen.

Male anche il petrolio che chiude la giornata a 41 dollari al barile con una diminuzione dello 0,8% rispetto alla giornata di venerdì. Una nuova seduta negativa per i mercati che continuano a pagare il timore di una seconda ondata del coronavirus.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Bankitalia economia Ignazio Visco pil

ultimo aggiornamento: 05-09-2020


Chiara Ferragni si separa dal suo socio storico. Al via il nuovo piano industriale

La circolare del Ministero, ecco chi sono i lavoratori fragili