Vuelta a Espana 2019, ‘fuga bidone’ a Guadalajara: bis di Gilbert, Quintana riapre la corsa

Philippe Gilbert si è aggiudicato la diciassettesima tappa della Vuelta a Espana 2019. Quintana nella fuga rientra in classifica generale.

GUADAJALARA (SPAGNA) – La diciassettesima tappa della Vuelta a Espana 2019 potrebbe segnare l’ennesima svolta di questa corsa. Tattica perfetta della Movistar che ha permesso a Nairo Quintana di rientrare nella fuga e soprattutto riaprire i giochi in classifica generale. Sul traguardo di Guadalajara la vittoria è andato a Philippe Gilbert che ha preceduto di 2″ Sam Bennett e Rémi Cavagne. Nessun italiano nella fuga con il migliore, Dario Cataldo, 47esimo a 10’26”.

Roglic in difficoltà – Primi problemi per Primoz Roglic. Lo sloveno ha chiuso insieme agli altri migliori a 5’29” ma è rimasto isolato. Non un buon segnale alla vigilia delle tappe decisive con la maglia rossa che molto probabilmente sarà chiamata a difendersi da solo dagli attacchi dei principali rivali.

La classifica generale

In classifica generale Nairo Quintana è salito al secondo posto con un ritardo di 2’24” da Primoz Roglic. 3°, invece, Alejandro Valverde a 2’48”. In corsa ancora per il podio sia Tadej Pogacar (4° a 3’42”) che Miguel Angel Lopez (5° a 4’09”). Il migliore degli italiani Gianluca Brambilla (38° a oltre un’ora.

Primoz Roglic Vuelta
Primoz Roglic (fonte foto https://www.facebook.com/lavuelta/)

Le altre classifiche: Maglia Verde (leader classifica a punti) Primoz Roglic; Maglia a Pois (leader classifica GPM) Geoffrey Bouchard; Maglia Bianca (leader classifica giovani) Tadej Pogacar.

Vuelta a Espana 2019, 18^ tappa: Colmenar Viejo-Berrecil de la Sierra (177,5 km)

Alla Vuelta a Espana 2019 si entra nella fase decisiva. Quattro salite di prima categoria e un arrivo leggermente in ascesa anche se la discesa finale potrebbe essere decisiva per la vittoria visto che l’ultimo GPM è in programma a circa 25 km al traguardo.

Possibile una doppia gara con i fuggitivi che potrebbero lottare per la tappa mentre i big dietro darsi battaglia per la Maglia Rossa. Il gioco di squadra della Movistar resta il grande pericolo per Primoz Roglic.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/lavuelta/

ultimo aggiornamento: 11-09-2019

X