Dal Museo Casa Enzo Ferrari alle prelibatezze culinarie della zona, le dieci cose da fare in Emilia-Romagna in inverno

Avete intenzione di trascorrere le vacanze di Natale Emilia-Romagna? Ecco la guida che fa per voi! In questo articolo proveremo a consigliarvi dieci esperienze imperdibili da vivere nella regione centro-settentrionale, per trascorrere giorni indimenticabili all’insegna delle attrazioni che solo questa terra sa offrire.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Dieci cose da fare in Emilia-Romagna in inverno

Emozionarsi al Teatro Farnese di Parma. Un tempo teatro di corte dei duchi di Parma e Piacenza, il teatro è adesso inserito nel percorso della Galleria Nazionale della città emiliana, e ospita ogni anno alcune rappresentazioni concertistiche e operistiche del Teatro Regio di Parma. Ispirato al Teatro olimpico di Vicenza, con il suo ampio salone e le splendide sculture decorative, il Farnese vi rapirà, permettendovi di vivere sensazioni che rimarranno impresse nella vostra memoria per lungo tempo.

Visitare Villa San Donnino a Modena. In uno splendido palazzo nobiliare stile liberty, l’acetaia vi permetterà di immergervi nella produzione di una delle tante eccellenze emiliane, l’aceto balsamico, vero e proprio ‘oro nero’ dal gusto sorprendente. Meta imperdibile per gli amanti della cultura enogastronomica italiana.

Trovare la propria spiritualità al Santuario della Madonna di San Luca a Bologna. Luogo di culto dedicato alla Vergine Maria, si eleva sul colle della Guardia, un’innalzamento del terreno parzialmente boschivo a circa 300 metri sul livello del mare. Tra i più importanti santuari della città, è meta ogni anno di numerosi pellegrinaggi per venerare la Vergine col Bambino, detta di ‘San Luca’.

Visitare il Castello Estense di Ferrara. Simbolo della città emiliana, mantiene da secoli inalterato il suo fascino all’esterno come all’interno, laddove sono conservati splendidi affreschi e numerose opere d’arte. Da non perdere anche una visita delle prigioni.

Diventare ferraristi al Museo Casa Enzo Ferrari. Polo museale della città di Modena dedicato esclusivamente alla vita e alle opere di Enzo Ferrari, il fondatore della più celebre tra le case automobilistiche d’Italia e del mondo intero, racchiude in una location avveniristica numerose Ferrari storiche.

Entrare nel forte di San Leo. Situato nell’omonimo comune in provincia di Rimini questo edificio, costruito su una cuspide rocciosa, cela al suo interno numerose sale da visitare, dai bastioni alle celle, passando per gli appartamenti ducali e le sale dedicate a Cagliostro, che qui fu imprigionato fino alla scomparsa.

Visitare il Museo internazionale delle ceramiche a Faenza. Uno dei più importanti poli museali dedicati all’arte della ceramica nell’intero globo, raccoglie al suo interno opere di officine italiane di diverse epoche, dal Medioevo all’Ottocento, ma anche ceramiche del Vicino Oriente Antico, dell’area mediterranea, dell’epoca precolombiana e di quella islamica. Un caleidoscopio di cultura e preziosi manufatti che hanno permesso al museo di essere insignito dal 2011 del riconoscimento di “Monumento testimone di una cultura di pace”, assegnato dall’Unesco.

Passeggiare in piazza dei Martiri a Carpi. Cuore pulsante della cittadina emiliana, grande ed elegante, è arricchita da numerosissimi esercizi commerciali, oltre che dal duomo, da Palazzo Pio e dal teatro.

Visitare il Museo di Peppone e don Camillo a Brescello. Situato nel comune in provincia di Reggio Emilia, custodisce i cimeli e i materiali di scena dei cinque film girati da Fernandel e Gino Cervi nei panni di Don Camillo e Peppone. Un must per gli amanti dei personaggi ideati da Guareschi, ma anche per nostalgici e cinefili.

Gustarsi un piatto di lasagne alla bolognese. Delizioso piatto tipico dell’Emilia, seppur diffuse in tutta Italia in diverse varianti, le lasagne nella tradizione locale si presentano di colore verde (grazie all’aggiunta di spinaci alla pasta) e vengono condite a strati con ragù, besciamella e parmigiano-reggiano. Il risultato è unico ed estremamente soddisfacente!

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 26-04-2017


Vista mozzafiato, ottimo cibo e natura, cinque migliori Bed & Breakfast di Ancona

cinque Ristoranti migliori di Zagabria…