Difesa, Milan a un bivio: attendere Caldara o tornare sul mercato?

Difesa, Milan a un bivio: attendere Caldara o tornare sul mercato?

La difesa del Milan è perforabile, con Duarte e Musacchio che finora non hanno convinto: Caldara sarà atteso o è il momento di pensare già al mercato?

Presto potrebbe arrivare il suo momento. Mattia Caldara, ormai da qualche settimana, è rientrato tra gli abili e arruolabili a disposizione di Stefano Pioli. Il Milan combatte nella parte medio-bassa della classifica: tra i suoi tanti problemi c’è anche quello di una difesa che continua a fare acqua. Il comparto dei centrali crea tanti grattacapi, con Leo Duarte e Musacchio che non convincono, tra limiti tecnici e lacune a livello tattico. Pioli, prima di attingere dal mercato, ha l’obbligo di giocarsi la carta Caldara, finora mai sceso in campo in campionato.

Caldara attende il suo momento al Milan

Lì dietro – ribadisce G.G. Olivero sulla Gazzetta di oggihanno giocato tutti. Tranne lui: Mattia Caldara. E proprio mentre si cominciano a fare nomi di altri difensori che potrebbero arrivare a gennaio, è arrivato il momento di chiedersi perché il Milan non dia un’occasione (e non solo una) al centrale prelevato dalla Juventus nell’operazione che sancì il ritorno di Bonucci a Torino“.

Viste le difficoltà del reparto arretrato rossonero e gli errori commessi da tutti i centrali schierati finora, viene da pensare che presto Caldara troverà spazio. Il ventilato passaggio alla difesa a tre potrebbe rappresentare un’ulteriore spinta al suo inserimento in squadra perché nell’Atalanta Mattia era stato un perfetto interprete di quel sistema difensivo“.

raduno Davide Calabria Mattia Caldara
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/?tn-str=k*F

Caldara merita una chance

In un momento difficile e di ricostruzione il Milan non sta utilizzando mai un giocatore sul quale ha puntato tanto non solo in termini economici: Caldara è una risorsa del club, un ragazzo di talento e prima di acquistare un altro difensore è sicuramente meglio valutare tutti quelli che sono nella rosa. E’ vero che tanti giocatori usciti dall’Atalanta non si sono più ripetuti su livelli di eccellenza, ma Mattia ha indossato la maglia del Milan appena due volte. Per ora non può essere giudicato e – conclude Oliveromerita di avere la sua occasione“.

ultimo aggiornamento: 15-11-2019

X