Differenze tra modello 730 e Unico: chi deve presentarli?

A chi sono destinati i due modelli per la dichiarazione dei redditi?

chiudi

Caricamento Player...

Le differenze tra modello 730 e Unico sono relative alla complessità della compilazione a ai contribuenti a cui sono destinati.

Quando presentare il modello 730 e quando presentare il Modello Unico

Il Modello 730 si trova preompilato on line, nella sezione dedicata ad ogni contribuente che abbia ottenuto il PIN dell’Agenzia delle Entrate sul sito ufficiale dell’Agenzia.

Se i dati con cui l’Agenzia ha compilato il modulo in via automatica risultano corretti e rispondenti al vero, il contribuente non deve fare altro che confermare i dati e inviare ufficialmente il modulo all’Agenzia delle Entrate entro il 7 di Luglio di ogni anno. In ogni modulo, naturalmente, si farà riferimento alla situazione reddituale di cui il contribuente ha goduto nell’anno fiscale precedente.

In alternativa al modello precompilato, si può inviare all’Agenzia delle Entrate un modello 730 compilato grazie all’assistenza di un CAF o di un commercialista. Anche in questo caso il termine ultimo per l’invio è il 7 di Luglio.

Il Modello Unico deve necessariamente essere compilato da un dottore commercialista a causa della sua complessità e non ne esiste on line una versione precompilata. Può essere utilizzato anche per comunicare all’Agenzia delle Entrate dei dati mancanti in un 730 già inviato. Va presentato, sempre per via informatica, entro il 30 Settembre di ogni anno, anche in questo caso con riferimento ai redditi dell’anno precedente.

Differenze tra modello 730 e Unico: a chi sono destinati?

Devono compilare il Modello 730: 

  • i lavoratori dipendenti
  • chi percepisce redditi di capitale o redditi dall’estero
  • chi percepisce indennità sostitutive al reddito da lavoratore dipendente
  • i soci di cooperative operanti in vari settori
  • i sacerdoti
  • i giudici e i titolari di cariche pubbliche elettive
  • i lavoratori che abbiano firmato un contratto a tempo determinato che sia inferiore a un anno

Devono compilare e consegnare il Modello Unico: 

  • i possessori di partita IVA
  • i dipendenti che abbiano cambiato datore di lavoro nell’arco dell’anno
  • chi ha ricevuto redditi di capitale soggetti a plusvalenze soggette a imposta sostitutiva.

certificato_unicasim