Difficoltà per il nuovo San Siro? I progetti non piacciono ai residenti

Difficoltà per il nuovo San Siro? I progetti non piacciono ai residenti

In attesa del parere del Consiglio comunale, il responso dei cittadini del quartiere sul progetto del nuovo San Siro non sembra certamente entusiasta…

Far digerire novità importanti all’interno di un area che ormai da decenni è più o meno immutata non è chiaramente cosa facile. Come previsto, infatti, i residenti hanno mostrato tutto il loro scetticismo nell’incontro tenutosi ieri con i rappresentanti di Milan e Inter in merito al Nuovo San Siro. Si sono levati dei buu di protesta alla definizione di “landa desolata” fatta dal presidente rossonero Scaroni, in merito all’area attorno all’attuale Meazza. Ecco i dettagli della riunione pubblicati dalla Gazzetta.

Nuovo San Siro, la chiusura dei residenti

La prima reazione è di chiusura. I cittadini che abitano nella zona di San Siro hanno espresso le loro perplessità sul progetto di edificare un nuovo impianto al posto dello storico stadio di San Siro. E’ successo nell’incontro di ieri nella sala Consiliare del Municipio 7, in zona Baggio, dove 150 residenti hanno incontrato i rappresentanti di Inter e Milan“.

I due club hanno mostrato i progetti del nuovo stadio, la Cattedrale con guglie e copertura in vetro e gli Anelli intrecciati. Hanno parlato dei 90mila metri quadrati di verde previsti nel masterplan e della viabilità con zero parcheggi in superficie e più utilizzo del trasporto pubblico. Ma quando Scaroni ha definito la zona attorno al Meazza “una landa desolata” sono arrivati buu di disapprovazione. Al di là della gaffe, emerge l’idea, consolidata tra i residenti, che ristrutturare l’impianto attuale sarebbe la soluzione migliore: i timori più grandi riguardano la durata degli eventuali lavori (demolizione ed edificazione della nuova struttura)“.

Nuovo San Siro Populous
Il progetto di Populous (fonte foto: www.nuovostadiomilano.com)

San Siro, Milan e Inter in attesa di risposte dal Comune

I club aspettano la decisione del Comune sul pubblico interesse del progetto. Arriverà entro fine ottobre (oltre il termine previsto, ma i club sono d’accordo), in seguito all’approvazione del Piano di governo del territorio. Provano anche a rompere lo scetticismo che c’è attorno al nuovo stadio. Ma per il momento sembra una missione (quasi) impossibile“.

ultimo aggiornamento: 09-10-2019

X