Ennio Doris ha rassegnato le dimissioni da presidente di Banca Mediolanum. La decisione è stata comunicata dal gruppo.

ROMA – Ennio Doris ha rassegnato le dimissioni da presidente di Banca Mediolanum. Il fondatore del gruppo ha deciso di fare un passo indietro e ricoprire solamente il ruolo di presidente onorario per dare spazio a dei nuovi profili al vertice dell’Istituto.

E’ stato lo stesso manager a comunicare al consiglio di amministrazione spiegando che “superata la soglia degli 80 anni penso che sia venuto il momento di ridurre almeno in parte il mio impegno quotidiano nella banca“.

A breve il sostituto

Nella nota, riportata dall’AdnKronos, l’Istituto ha fatto sapere che “la sostituzione sarà oggetto di prossime deliberazioni, con il supporto delle preventive valutazioni da parte del Comitato Nomine e governance della banca. Il Cda e il collegio sindacale hanno proposto la nomina di Doris a presidente onorario“.

La ratifica di questo nuovo ruolo avverrà nel prossimo consiglio di amministrazione, chiamato anche a deliberare in merito alle opportune modifiche dello Stato per prevedere tale figura. Ennio Doris, dunque, ha deciso di fare un passo indietro nella Banca che lui stesso ha fondato. Nonostante questo, continuerà anche a distanza a verificare con molta attenzione il lavoro dell’Istituto e intervenire in caso di difficoltà.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

soldi euro
soldi euro

Ennio Doris ha il 6 per cento della Banca Mediolanum

Il fondatore della Banca ha il 6,29% dei diritti al voto, di cui la maggior parte di questa percentuale è dovuta alle azioni della banca in piena proprietà. Il resto riguarda la qualità di usufruttuario. Numeri che sono comunque bassi rispetto al passato, ma Doris non ha nessuna intenzione in futuro di perdere anche questa quota.

Per Mediolanum nelle prossime settimane si aprirà una nuova gestione nella speranza di poter mettersi alle spalle il momento difficile provocato anche dalla pandemia.

ultimo aggiornamento: 23-09-2021


Ufficiale la cessione del Genoa al fondo americano 777 Partners: “Puntiamo ai migliori piazzamenti possibili”

Whirlpool sospende i licenziamenti fino al 15 ottobre